L’ex boss della Formula 1 è tornato a parlare della situazione odierna del circus e del futuro di Lewis Hamilton e Sebastian Vettel.

Nonostante da 4 anni non vi sia più coinvolto direttamente, Bernie Ecclestone continua ad essere uno dei personaggi più discussi della Formula 1, grazie soprattutto alle sue esternazioni dirette e taglienti. L’ex boss del circus non ha mai risparmiato negli ultimi anni provocazioni a piloti, team e a Liberty Media, che ha preso il suo posto nel 2016.

Non fanno eccezione le sue ultime dichiarazioni rilasciate all’Evening Standard, in cui il quasi 90enne analizza la situazione odierna della Formula 1, che cerca di ripartire dopo lo stop a causa del coronavirus: “Sin dall’inizio ho pensato che il campionato 2020 sarebbe stato da cancellare. La Formula 1 non può prevedere cosa accadrà: un governo potrebbe decidere di bloccare tutto, una seconda ondata del virus potrebbe far saltare i piani. Nessuno sa quando questa crisi finirà, questo è il problema. Il circus può solo sperare.”

Ecclestone riflette in seguito su quale potrebbe essere la validità di un campionato 2020 che definisce “particolare”: “Prima c’è il Gran Premio d’Austria, poi 7 giorni dopo c’è la stessa identica cosa ma con un nome diverso. Non si capisce bene cosa si vinca. La gente quindi avrà da ridire sull’esito della stagione, dato che non si tratta di un campionato di Formula 1 vero e proprio”

Lewis Hamilton

L’ex boss del circus prevede anche un futuro ricco di successi per Lewis Hamilton: “Se tutto resta così, Lewis potrebbe vincere per altri 10 anni. Non avrebbe senso abbandonare la Mercedes, conosce benissimo la forza e il potenziale del team. Perchè mai andrebbe in Ferrari? Credo che Mercedes sarà il suo ultimo team.”

Per quanto riguarda Sebastan Vettel, Ecclestone, che ha un rapporto molto stretto con il campione tedesco, ha le idee chiare: “Gli ho parlato un po’ e credo che dovrebbe prendersi un anno sabbatico per vedere come evolverà la Formula 1. Poi potrebbe tornare nel 2022 con i nuovi regolamenti. Credo che a lui piacerebbe molto andare in Mercedes per lottare con Lewis.”

vettel_video_kart

L’ex boss ha concluso la sua intervista parlando proprio della nuova Formula 1 che prenderà vita dal 2022: “Sono un’ottima opportunità per resettare tutto, ci sono milioni di cose da migliorare in Formula 1. Devono semplificare le auto e i motori, al pubblico non interessa l’efficienza. Vuole lotte, competizione, imprevedibilità. Adesso tutti finiscono le gare, sono diventate noiose e prevedibili”. Ecclestone non vede tuttavia di buon occhio il budget cap: “E’ un’idiozia. Ci sono un sacco di altri problemi, non ha senso stare a confondersi su 5 milioni di dollari. Non contano i soldi, contano le persone. In Brabham spendevamo molto meno di Ferrari e abbiamo vinto comunque.”

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: