La F1 odierna necessita di un cambio rotta e le regole che verranno introdotte nel 2021 potrebbero segnare un nuovo inizio per la massima categoria dell’automobilismo. Cyril Abiteboul, amministratore delegato Renault, teme invece un nuovo squilibrio tra i team.

La stagione 2019 di F1 entra nel vivo, con il settimo appuntamento a Montreal. Dopo un anno di assemblee e accesi dibattiti, le novità che avranno luogo dall’annata 2021 sono ora a disposizione dei team che potranno pianificare il futuro.
Il limite di budget per i team sarà fissato a $ 175 milioni tra il 2021 e il 2025. Le squadre minori avrebbero voluto un limite di budget di $ 130 milioni, ma alla fine è prevalsa una quota più alta sotto spinta dei top team. Va detto che nel computo non rientrano gli stipendi dei piloti, i costi del motore, le spese di viaggio e gli aspetti legati al marketing. I costi totali quindi potrebbero schizzare a oltre 250 milioni.

Wolff

Toto Wolff, team principal Mercedes, ha dichiarato a Sky Sport: “Noi crediamo che ci siano alcune regole che vanno bene, mentre altre non le capiamo totalmente. Il parc fermé ad esempio. Questa è la F1, la classe più alta del motorsport. Non esiste nessuna serie in cui non si può lavorare con le macchine. Per questo motivo non lo capisco. A noi la F1 piace, il marketing funziona molto per la Mercedes. Abbiamo però bisogno di regole che funzionino. Per questo, io sono ottimista sul fatto che continueremo in F1, ma dobbiamo sempre essere chiari sul fatto che le regole sono importanti”.

I budget saranno monitorati da contabili che verificheranno fino a che punto questi dati riflettano le spese effettive delle squadre. In caso di infrazioni, le pene saranno severe. Le squadre di F1 che non rispetteranno i paletti finanziari riceveranno pene pecuniarie e, a seconda della gravità, penalizzazioni in classifica.

L’amministratore delegato della Renault Cyril Abiteboul ha commentato: “Questo non è un nuovo inizio. Il piano era che tutte le squadre avrebbero dovuto generare utili. Il conto non funziona per le squadre private. Una piccola squadra potrebbe aspettarsi $ 100 milioni dal pot di Liberty Media in futuro. Dovrebbe quindi trovare sponsor per 150 milioni per generare profitti. Molti non ci riusciranno“, ha chiosato Abiteboul.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: