I problemi di Monte Carlo erano legati all’MGU-K sulla RB14 di Daniel

Brutte notizie in casa Red Bull: dopo la bellissima vittoria del Gran Premio di Monaco, quello del Canada parte subito in salita per Daniel Ricciardo. Secondo quanto dichiarato dal direttore tecnico Adrian Newey, ci saranno quantomeno 10 posizioni di penalità in griglia di partenza per l’australiano.

Il team anglo-austriaco dovrà cambiare le batterie ( siamo già all’elemento numero 3 dunque scatta in automatico la penalità) e l’intera MGU-K, che ha costretto Ricciardo ad un calo di potenza durante la gara del Principato. Per quanto riguarda la batteria ancora vi è incertezza se optare o meno per la sostituzione, mentre la parte ibrida è andata totalmente fuori uso e dunque, dovendo montare la quarta unità, come minimo sono certe 10 posizioni di penalità per la corsa di domenica.

Senza dubbio è una grossa tegola per la Red Bull ed il suo alfiere, che dominando l’ultimo Gran Premio si era rilanciato nel mondiale scavalcando Raikkonen e Bottas mettendosi in caccia di Vettel ed Hamilton. A Montreal Ricciardo dovrà tentare di ottenere il miglior risultato possibile in qualifica e sperare in seguito in una gara caotica, come quella del 2014 che lo vide trionfare per la prima volta in carriera.