Con il campionato 2019 ormai ufficialmente concluso, si incomincia a parlare del futuro dell’attuale star della Formula 1: Lewis Hamilton. E per farlo non si può non iniziare dall’accostamento con il maggior team storico: la Ferrari.

Se l’accoppiata “Hamilton-Ferrari” è sempre apparsa un disegno utopistico per molti fan e addetti ai lavori, ora qualcosa potrebbe essere cambiato. Forse la chiusura del ciclo dell’era turbo-hybrid che potrebbe potenzialmente consegnare ad Hamilton il settimo titolo iridato, forse l’importante cambio regolamentare 2021, potrebbero realisticamente condurre Hamilton a vestirsi di Rosso. Proprio dal team principal della Mercedes, Toto Wolff, sono arrivate negli ultimi giorni diverse dichiarazioni che hanno lasciato spazio ad ogni possibile congettura.

Hamilton FerrariIl Cavallino è un marchio fenomenale, il più prestigioso in F1 e ogni pilota sogna di vincere il titolo con la Rossa – ha esordito Toto Wolff – Ovviamente anche la Mercedes ha una grande storia e in questi anni stiamo rinnovando i fasti delle Frecce d’Argento, cosa di cui Lewis è fiero. Mi auguro che finisca la carriera vincendo altri titoli con noi, ma so che tutti avrebbero il desiderio di andare in Ferrari“, ha ammesso apertamente il manager austriaco.

Lewis HamiltonL’austriaco ha poi continuato accettando la sfida contro il fascino che la Ferrari esercita sui piloti: se la Mercedes sarà in grado di dominare ancora, Wolff è certo che Hamilton non se ne andrà: “Se avremo ancora una volta la vettura più veloce, avremo sicuramente anche il pilota migliore del lotto. Nella vita, però, non si può mai sapere. Sono arrivato ad un punto della mia carriera nel quale accetto di buon grado il fatto che ognuno abbia i suoi obiettivi. Proprio per questo sono aperto ad ogni eventualità“.

Hamilton FerrariSe dal lato Mercedes tutto pare dunque tranquillo, lo stesso vale per il lato Ferrari. Delle difficoltà che avrà Mattia Binotto il prossimo anno nel gestire la rivalità interna tra Vettel e Leclerc tanto si è già scritto e detto, ragione per cui il team principal potrebbe valutare la candidatura di un pilota vincente ed esperto come Lewis Hamilton. “Sapere che Lewis sarà disponibile nel 2021 ci può solo rendere felici – ha esordito Binotto – Però è presto per prendere ogni decisione. Per ora siamo contenti dei nostri piloti: ad un certo punto della prossima stagione ne parleremo e capiremo cosa fare. Certo dovremo considerare anche le intenzioni di Vettel.

MercedesTra le tante persone sorprese di queste parole vi è però lo stesso Hamilton, che non ha negato di apprezzare le parole del Cavallino: “Penso che sia il primo complimento ricevuto da parte della Ferrari in tredici anni. Grazie, li accetto volentieri. È piacevole e anche divertente avere un loro riconoscimento dopo tutti questi anni, ne sono grato!“.
Insomma, anche se è presto per parlare del mercato piloti 2021, sembra che la “rivoluzione” non si fermerà solamente al regolamento tecnico!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: