Formula 1 GP Cina – Chase Carey, CEO di Formula 1, ha ammesso che riprogrammare il GP di Cina per un’altra data nel 2020 potrebbe essere alquanto complesso.

La Formula 1 era programmata per correre sul circuito internazionale di Shanghai il 19 aprile, tuttavia, sono state sollevate domande quando il bilancio delle vittime in Cina salì dal Coronavirus.

La Formula 1 è stata lasciata con una decisione enorme, o annullare il Gran Premio o rimandarlo a più tardi nella stagione.

I poteri del genere hanno optato per quest’ultimo, sebbene la FIA non sia stata in grado di rilasciare una data per la gara riprogrammata.

E secondo Carey, trovare una nuova data per il Gran Premio della Cina sembra “interessante”, ma tutte le opzioni non sono ancora state esplorate.

chase carey

“È stimolante. Abbiamo iniziato a lottare con le contingenze, ma penso che una volta che sei in anno con le date bloccate, è un programma piuttosto completo “, ha detto a Motorsport.com.

“Apprezziamo i nostri partner cinesi, sono stati buoni partner. Abbiamo avuto una buona crescita in Cina, quindi sicuramente vorremmo mantenerlo.

“La salute e la sicurezza delle persone vengono prima di tutto. Sicuramente ci sarebbero sfide nel sistemare le cose in un programma, spostare altre date in cui le date sono state bloccate ha delle complessità.

“Ci stiamo occupando. Non abbiamo davvero lavorato su tutte le possibilità, ma penso che ci saranno sfide per affrontarlo. ”

“Non credo che nessuno lo sappia, penso che tu sia in un territorio inesplorato”, ha detto.

“Non credo che abbiano ancora un controllo su quando ci riescono, quando sono cose normali. Quindi penso che sia difficile andare troppo in fondo alla situazione in cui tutti se ne occupano in tempo reale. ”

“Penso che siamo certamente a conoscenza del problema. La salute e la sicurezza della nostra gente è una priorità ”, ha spiegato.

“Nessuno sa cosa sarà tra una settimana o due, quindi è difficile dire quale sarà la situazione tra quattro settimane. Penso che tu possa essere solo al di sopra di esso e consapevole di esso, rimanere in contatto con le persone e affrontare ciò che sorge quando ne sai di più.

“Quello che sappiamo oggi, è piuttosto limitato fuori dalla Cina. Ma non sappiamo cosa non sappiamo. “

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: