Svelata a Maranello la nuova monoposto di Vettel e Raikkonen

Finalmente il momento tanto attesto è arrivato. Alle 15:15 a Maranello è venuta alla luce la nuova Ferrari, denominata SF71-H, che avrà il compito di migliorare le 5 vittorie dell’anno passato di Sebastian Vettel e soprattutto l’obbligo di riportare il titolo iridato in Italia, ad ormai oltre un decennio dal mondiale di Raikkonen nel 2007.

A condurre le danze durante la presentazione è stato Marc Genè, che subito dopo aver visto la monoposto ha intervistato Maurizio Arrivabene ed il direttore tecnico Mattia Binotto, in una bellissima cornica che vedeva tutti i membri del reparto corse in piedi dietro la nuova nata di casa Ferrari.

Dal punto di vista estetico, non si può negare che l’ultimo gioiello del cavallino sia bellissimo: come da indiscrezioni, la macchina è totalmente rossa e molto filante, con un passo leggermente allungato rispetto alla vettura del 2017. Come nel caso della Mercedes, si può parlare di evoluzione, ma non di rivoluzione. Le maggiori novità stanno nei bracci della sospensione che sono stati inclinati verso l’anteriore per allontanare la ruota davanti dalle bocche delle pance. Novità nei radiatori, si nota ovviamente la pinna molto ridotta, dove si trova un pò di bianco.

Forse la Ferrari è quella che rende l’halo meno ”orribile” alla vista. Infatti, si è deciso di colorarlo totalmente di rosso intonandolo con il resto della carrozzeria.

A tra poco per maggiori dettagli tecnici sulla nuova rossa.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: