Dopo quattro Gran Premi si iniziano a delineare le forze in pista. Al vertice abbiamo uno scontro a due tra la pluripremiata Mercedes e la Red Bull. Subito dietro la battaglia si estende a ben quattro team: Mclaren e Ferrari F1 e subito a seguire Alpine e Alpha Tauri. Seguono Aston Martin, Alfa Romeo e Williams e come fanalino di coda c’è la Haas con una monoposto praticamente senza sviluppi rispetto al 2020.

Il Gran Premio di Spagna ha visto però compiere alcune rivincite, all’interno delle battaglie dirette, su team che sembravano essere leggermente indietro rispetto ai loro concorrenti più stretti. La Mercedes sulla Red Bull e la Ferrari ai danni di McLaren.

Mercedes
Mercedes


Nella battaglia al vertice la Mercedes può contare sul sette volte campione del mondo capace di tirar fuori dal cilindro sempre qualcosa di speciale. Ma a Barcellona, ​​il team tedesco ha beneficiato soprattutto di una minor usura degli pneumatici in gara, che ha consentito di applicare una tattica migliore. Grazie ad un secondo stint più performante la Mercedes di Lewis ha potuto optare per una o due soste ed entrambe le soluzioni sarebbero risultate vincenti. La Red Bull di Max Verstappen si è così dovuta arrendere nonostante l’ottima partenza dell’olandese.

Formula 1 GP Spagna
Formula 1 GP Spagna Ferrari F1

Nel centro gruppo la Ferrari sta lentamente iniziando a prevalere sulle rivali e soprattutto sulla McLaren. Sul giro secco della qualifica è sembrata performante sin dai primi round. Mancava ancora qualcosina sul passo gara, ma Barcellona ha dato ottimi segnali. A pensarla così è Michael Schmidt di Auto Motor und Sport, ipotizzando che da Montecarlo in poi la Ferrari potrebbe avere chance sempre maggiori per lottare al podio: “Nelle prossime gare mi aspetto che la Ferrari prenda le distanze rispetto al centro gruppo. La SF21 si sta comportando bene in questa stagione e tutta la squadra sta lavorando in maniera efficace, con soste ai box anche molto rapide. Credo che a Monaco la Ferrari si comporterà bene e che Charles Leclerc potrà lottare per il podio. In qualifica, poi, potrebbe persino insidiare Verstappen e Hamilton se saprà ripetere uno dei suoi giri super al sabato ai quali ci ha ormai abituato. Nel terzo settore la Ferrari era al livello dei top team sia con Leclerc che con Sainz”.

Per Ferrari e McLaren non è da sottovalutare l’Alpine, per ora in crescita più al sabato che in gara. Mentre Alpha Tauri, per ora, non sembra in grado di replicare quanto mostrato nei test prestagionali e in Bahrain.

Niente scossoni nella parte finale del gruppo. Aston Martin e l’Alfa Romeo stazionano. La Williams, dopo il passo falso di Portimao è tornata decisamente alla Haas.

Telegram : https://t.me/newf1it

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: