Il meteo pazzo di Spa giocherà un ruolo fondamentale anche oggi in gara: Verstappen non ha preferenze, mentre Hamilton e la Mercedes vogliono l’asciutto.

Il sabato di Spa Francorchamps ci ha regalato una delle qualifiche più belle della storia recente della F1, durante le quali, insieme ai piloti, è salito alla ribalta un altro grande protagonista: il meteo. Sul tracciato belga, disperso nelle foreste delle Ardenne, la variabile pioggia è sempre dietro l’angolo, e nella giornata di ieri ne ha dato una chiara dimostrazione. Colui che è riuscito a dominare meglio di chiunque altro i flutti è stato Max Verstappen, che ha così mandato un segnale importante in ottica titolo a Lewis Hamilton, terzo dietro ad un monumentale George Russell. Le precipitazioni potrebbero tuttavia giocare un ruolo fondamentale anche in gara: al momento la probabilità di pioggia alle 15 è data intorno al 60%, anche se le condizioni atmosferiche restano estremamente difficili da decifrare a causa della lunghezza del circuito e dell’estrema variabilità. Ma chi tra Hamilton e Verstappen farà la danza della pioggia in vista di domani?

L’olandese è sempre parso inattaccabile dalla Stella in condizioni di tracciato umido o bagnato, eccezion fatta per il Q3, in cui ha comunque concluso con tre decimi di vantaggio su Hamilton dopo essere rimasto dietro al primo tentativo. La superiorità del team anglo-austriaco è stata tale che, come rivelato da Christian Horner nelle interviste post-qualifica, entrambi i piloti hanno mantenuto un set di gomme intermedie nuove per la gara, contrariamente alla Mercedes. Ciononostante, Verstappen non ha mostrato particolari preferenze per quanto riguarda il meteo della gara di domani, dichiarando in conferenza stampa che: “Sono abbastanza fiducioso in tutte le condizioni. Venerdì siamo subito andati bene, la macchina era discreta e non ci sono stati grossi problemi. C’è sempre qualcosa che si può migliorare, e oggi sul bagnato siamo stati forti. Domani dovremo solo assicurarci di avere un primo giro pulito e poi si vedrà. Le condizioni saranno ancora variabili, quindi può succedere di tutto”.

La Mercedes si è invece dimostrata più a suo agio venerdì, favorita dalla pista molto fredda ma asciutta. Nei long run, specialmente su gomma media, il team di Brackley è parso più forte della Red Bull, che tuttavia al sabato si è adattata meglio all’asfalto bagnato. Perciò nelle interviste post-qualifica Hamilton ha dichiarato di sperare in un meteo più clemente per domani, mentre in conferenza stampa ha aggiunto: “Abbiamo cercato di trovare il miglior compromesso e il miglior bilanciamento possibile sia in caso di sole sia in caso di pioggia, quindi speriamo di essere a posto. Vedremo come sarà il tempo domani e come ci adatteremo. Sono più fiducioso sul passo gara, dovrebbe essere leggermente migliore rispetto a quello di oggi. Credo comunque che sarà molto difficile, specialmente se si ripresenteranno queste condizioni”. Mercedes si augura inoltre una gara asciutta anche per favorire la rimonta di Valtteri Bottas, che partirà in P12 e, in caso di pioggia, troverà molte più difficoltà nel cercare di sorpassare gli avversari.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: