Lewis Hamilton è ormai ad un passo dalla conquista del suo settimo titolo mondiale, ma sul rinnovo non ci sono ancora novità

Siamo ormai giunti a Novembre e della firma sul rinnovo del contratto di Lewis Hamilton nemmeno l’ombra. Del rinnovo del sei volte (quasi sette) campione del mondo si è parlato molto durante questa stagione stagione. Voci all’interno del paddock riferiscono che, magari, questo ritardo è dovuto al fatto che entrambe le parti non sono intenzionate a proseguire insieme. Intanto, però, con il tempo che passa, e con Hamilton che a Imola rivela apertamente che non ci sono ‘garanzie’ sulla sua permanenza nel circus nella prossima stagione, prendono campo alcune teorie sulla mancata firma.

Hamilton e Wolff unico ‘pacchetto’

L’unica certezza è che è strano che siamo a novembre ed il campione del mondo non ha ancora un contratto in vigore per la prossima stagione. Verrebbe da pensare che ci sia qualcosa di grosso che bolle in pentola. Magari per Hamilton è semplicemente tempo di lasciare Mercedes. O magari, dopo un grosso litigio dietro le quinte, le acque non si sono del tutto calmate.

L’ipotesi è che tutto sia legato al futuro di Toto. Così come Binotto, che salterà addirittura la trasferta in Turchia già in questa stagione, dal prossimo anno i team principal non saranno sempre in pista. Quale sarà esattamente il ruolo di Toto e chi sarà il sui successore il prossimo anno non è del tutto chiaro. Toto sarà in pista nella maggior parte delle gare il prossimo anno, ma non in tutte.

Durata del contratto

Probabilmente il bandolo della matassa si trova negli anni del contratto da firmare. Wolff, infatti, ha recentemente dichiarato di non voler concedere ad Hamilton un rinnovo di un solo anno. Quindi, forse, Hamilton l’intenzione di Hamilton è quella di rinnovare per una sola stagione. Soluzione che, probabilmente, la Mercedes non vuole prendere in considerazione.

Nemmeno Toto Wolff è certo di continuare con Mercedes. Infatti, Hamilton ha dichiarato a proposito “Non sono certo che ci sarà il prossimo anno” quando gli è stato chiesto se il team principal sarebbe stato ancora al comando del team nella prossima stagione.

Indipendentemente da quali siano i veri motivi legati al mancato accordo tra le parti, ci troviamo davanti ad una situazione pericolosa. Hamilton è uno dei pilastri chiave del domino Mercedes, ma non è una buona norma non avere un legame contrattuale quando ci si trova così vicini alla scadenza di un contratto.

Quasi certamente tutto sarà risolto. L’intenzioni di entrambe le parti pare, infatti, essere quella di continuare ancora insieme. Ma in un momento in cui, giustamente, tutti lodano la conquista di sette campionati costruttori consecutivi, vale la pena ricordare che fatti del genere possono porre le basi per la caduta di un impero.

In questo momento, il team dominante in F1 non ha una prima guida ed un team principal confermati per il 2021. Situazione molto scomoda che dovrebbe essere sistemata il prima possibile. La Mercedes è una scuderia che non lascia mai nulla al caso, i numeri lo confermano, e non sarebbe da Mercedes se non correrà ai ripari, al più presto, di questa situazione.

A proposito dell'autore

Cresciuto nel mito di Schumacher e della "rossa", appassionato di F1 e di motori, Copywriter e Marketer. Follow me: Linkedin: @Michele Cozzola

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: