La serie Netflix Drive to Survive ha rivelato interessanti retroscena. In particolare l’episodio della terza stagione sulla Ferrari “non è eccezionale”, e lo ha sottolineato proprio Carlos Sainz.

Carlos Sainz della Ferrari ammette che la serie Netflix “Drive to Survive” ha avuto un importante ruolo nell’aumentare la popolarità della Formula 1 negli Stati Uniti, anche se non è contento di come la sua squadra è stata ritratta quando stavano attraversando un momento difficile. La serie prodotta da Netflix che ha tentato di far luce sulla F1 è stata oggetto di dibattito ultimamente, con Max Verstappen che l’ha etichettata come un falso, mentre altri piloti l’hanno difesa. Sainz stava giocando a golf con il compagno di squadra Charles Leclerc e parlando con GQ Magazine in vista del Gran Premio degli Stati Uniti 2021 ad Austin lo scorso fine settimana, ha espresso le sue opinioni su come i fan americani stiano affrontando la F1 in questi giorni.

“Ho sicuramente sentito un bel cambiamento nel seguito dello sport dai social media con i fan americani”, ha rivelato. “Penso che ovviamente Netflix abbia avuto il maggiore impatto su questo.

“Come sport, siamo sempre stati relativamente a porte chiuse e Netflix ha permesso ai fan in America e in tutto il mondo di vedere le personalità dei piloti”.

Tuttavia, il 27enne di Madrid non è rimasto impressionato dal modo in cui la Ferrari è stata vista attraverso l’obiettivo del Drive to Survive della scorsa stagione. Quando la squadra stava attraversando un periodo tumultuoso con un’auto disastrosa e il quattro volte campione Sebastian Vettel ha affrontato un’amara rottura con la squadra.

“L’episodio della terza stagione di Drive to Survive sulla Ferrari non è eccezionale”, ha sottolineato Sainz, “e sono rimasto relativamente deluso quando l’ho visto perché la Ferrari è molto più bella, molto più grande, migliore di come appare in quell’episodio. Certo, stavamo attraversando un momento difficile e penso che tutte le grandi squadre di ogni singolo sport abbiano attraversato anni difficili.

“Ora siamo sulla via del ritorno”, ha affermato lo spagnolo. “Stiamo facendo tutto il possibile per rendere questa squadra di nuovo grande e campione, e penso che abbiamo un’atmosfera di squadra davvero buona con Charles e gli ingegneri, e siamo un serio contendente per il futuro. Voglio dire, è la Ferrari: a chi non piace la Ferrari nella vita normale?” ha insistito.

Sainz, che ha sostituito Vettel nella squadra di Maranello all’inizio del 2021, ha fatto un ottimo lavoro integrandosi nel suo nuovo ambiente. Cosa non da poco, soprattutto quando il ragazzo dall’altra parte del box rosso è un certo Charles Leclerc.

I due fino ad ora stanno andando molto d’accordo. “Manteniamo la competizione pulita e divertente, stiamo spingendo la squadra nella stessa direzione, spingendoci a vicenda molto duramente. È l’atmosfera perfetta per la squadra e giochiamo molti sport insieme – come oggi, il golf – sempre in giro, ed è molto divertente”, ha concluso.

E sembra che la buona atmosfera all’interno della squadra e la nuova unità di potenza stiano portando i loro frutti visti i precedenti risultati, non eclatanti, ma certamente migliori. Ad Austin, Sainz e Leclerc hanno superato entrambe le vetture McLaren e sono finite rispettivamente al settimo e quarto posto in gara. Ottimo risultato del monegasco, mentre Sainz è stato ostacolato da un pit stop tropo lento che ha permesso a Valtteri Bottas e Daniel Ricciardo di batterlo rispettivamente al sesto e quinto posto.

Tuttavia, ciò significa che la Ferrari ha ridotto il divario dalla McLaren a 3,5 punti nel Campionato Costruttori e si trova in una buona posizione per conquistare il terzo posto dalla squadra di Woking con cinque gare rimanenti in questa stagione.

Sainz ha svolto un ruolo fondamentale in questo risultato, ottenendo tre podi per la sua squadra, ed è attualmente settimo nella classifica piloti a soli 5,5 punti da Leclerc che è sesto.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: