La sequenza di curve tecnicamente più impegnativa in termini di costruzione del nuovo Miami International Autodrome è “ai limiti del design”, affermano i suoi architetti, specialisti del Regno Unito Apex Circuit Design hanno presentato il Circuito di 5,41 chilometri in senso antiorario, che ospiterà il suo primo Gran Premio di Formula 1 il prossimo fine settimana, intorno all’Hard Rock Stadium dei Miami Gardens.

Le normative FIA ​​relative allo spazio libero delle strutture sopraelevate dalla superficie della pista significano che il layout deve scendere sotto i due cavalcavia. La sua sezione più sinuosa è attraverso le curve 13-16, che si snodano attorno alle rampe di ingresso e uscita e sotto le sezioni del cavalcavia della Florida Turnpike, la principale strada a pedaggio tra Miami e Orlando, e la NW 203rd Street.

La pista dovrebbe produrre una velocità media sul giro di poco inferiore a 135 mph, e questa sezione a bassa velocità precede un rettilineo di 1,28 km e 320 km/h che porta verso il tornante alla curva 17. L’approccio alla curva 17 dovrebbe essere l’occasione chiave di sorpasso della pista si dice l’unica).

“L’intera sequenza è stata una vera sfida ingegneristica”, ha affermato Andrew Wallis, capo progettista del progetto Apex.

“Il concept design di Clive Bowen ci ha richiesto di instradare la pista attraverso questa zona e per poter arrivare sotto il primo cavalcavia, dovevamo soddisfare il regolamento FIA che richiede almeno quattro metri di spazio libero.

L’intera sezione di pista segue una stretta curva a sinistra alla curva 11 che esce in una curva a destra scorrevole attraverso la curva 12, che è fuori camber, e dovrebbe creare di per sé una sfida poiché le auto saranno molto cariche durante l’approccio.

f1_miami_stadio

Abbiamo creato questa sequenza di curve piuttosto drammatica in cui hai una chicane stretta, che ha una velocità minima di progetto di 80 km/h per soddisfare il regolamento sulla velocità di cambio, ed è anche completamente cieca per i piloti a causa del cambio di quota. Penso che la sequenza T11-T16 presenti alcune curve fantastiche e spero che i piloti la troveranno impegnativa con le nuove auto”, ha aggiunto Wallis.

L’autostrada Turnpike è a meno di 25 metri dalla pista.

Il direttore del progetto di Apex Sam Worthy ha aggiunto: “Avere la Turnpike così vicino, per proteggere le auto da corsa e i commissari erigeremo barriere e schermi lungo il confine in modo che i conducenti sull’autostrada non siano distratti da quello che sta succedendo.

Quindi questa era una delle nostre principali preoccupazioni, garantire che fosse una gara sicura per tutti. Dato che non c’è spazio per avere tribune o spettatori qui, la F1 è stata molto desiderosa di riempire quest’area di telecamere per garantire più angoli di visione della TV, poiché sappiamo che qui vedremo molte azioni interessanti in pista”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: