In vista del Gran Premio d’Olanda, è emerso che la Red Bull ha presentato una domanda alla FIA in merito a un concetto di design che ritiene che la Mercedes stia eseguendo. Ma Toto Wolff smentisce.

Il capo della Mercedes Toto Wolff ha minimizzato il discorso sul fatto che il suo team di Formula 1 avesse una “soluzione speciale” per aumentare la potenza del motore. Resta inteso che il sospetto ruota attorno all’aria potenzialmente super-raffreddante della Mercedes che sta attraversando il plenum del motore per aiutare a fornire prestazioni aggiuntive.

La Red Bull ha notato che la Mercedes sembra aver guadagnato di recente nella prima fase di accelerazione in uscita di curva.

I regolamenti della F1 si sono mossi da tempo per cercare di impedire ai team di raffreddare l’aria per cercare di aumentare la potenza del motore. L’articolo 5.6.8 del regolamento tecnico, inoltre, prevede che: “La temperatura dell’aria del plenum motore deve essere superiore a quella ambiente di oltre dieci gradi centigradi”.

La regola aggiunge poi: “Quando si valuta la conformità, la temperatura dell’aria sarà la media sul giro registrata da un sensore approvato e sigillato dalla FIA situato in una posizione approvata dalla FIA situata nel plenum del motore, durante ogni giro della sessione di prove di qualificazione e della gara .

“Il primo giro della gara, i giri effettuati con la safety car in campo, i giri con un tempo superiore di almeno il 20% rispetto al giro più veloce della sessione, i pit in e out lap ed eventuali giri che presentano anomalie evidenti (a giudizio dal delegato tecnico) non servirà a valutare la temperatura media”.

La Mercedes sa bene che la Red Bull è a caccia di risposte su quello che sta facendo, ma la squadra ha minimizzato esponendo qualcosa fuori dal comune.

“Ne ho sentito parlare per la prima volta un paio di giorni fa”, ha detto Wolff. “Vorrei che avessimo una soluzione speciale, ma è il modus operandi della Formula 1: come al solito. Vengono poste domande alla FIA, è del tutto normale”.

“Questi chiarimenti di solito servono ad accertare se qualcosa è accettabile come soluzione agli occhi dell’organo di governo e poi, naturalmente, se lo è, segui l’esempio. Ne abbiamo avuti molti quest’anno con la nostra macchina. È qualcosa che non è unico per Red Bull, ma ovviamente anche il dialogo tra gli ingegneri all’interno dei loro forum, all’interno dei gruppi di lavoro tecnici, è un processo continuo. Sono sicuro che non sarà una grande sorpresa”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: