La Federazione saudita ha annunciato alcune modifiche al Jeddah Corniche Circuit in vista del ritorno della F1 il prossimo marzo.

Tra i tanti circuiti cittadini entrati a far parte del calendario della F1 negli ultimi anni, quello di Gedda rappresenta sicuramente uno dei più controversi. Oltre alla sua collocazione in Arabia Saudita, il tracciato è stato più volte criticato da appassionati e piloti per la sua elevata pericolosità, data la presenza di numerose curve cieche ad altissima velocità e la vicinanza dei muretti. Sin dal primo Gran Premio tenutosi al Jeddah Corniche Circuit nel 2021, il circus e la FIA hanno richiesto modifiche agli organizzatori per migliorare la sicurezza e, così come accadde per il 2022, in vista dell’edizione 2023 il tracciato cambierà pelle, seppur in minima parte.

I principali interventi riguardano la visibilità: come riporta Autosport, i muri e le reti di Curva 14 e Curva 20 verranno spinti indietro rispettivamente di 7,5 e 5 metri per permettere ai piloti di ampliare il proprio campo visivo. La stessa operazione verrà effettuata anche a Curva 8 e Curva 10, dove spesso si sono verificati casi di impeding proprio per la scarsa visibilità. Cambieranno moltissimo anche i cordoli: in Curva 4, 8, 10, 11, 17 e 23 verranno introdotti quelli smussati, mentre in Curva 3, 14, 19, 20 e 21 saranno inseriti quelli romboidali per scoraggiare i piloti ad allungare la traiettoria per guadagnare un vantaggio. Infine, cambierà il layout della spettacolare chicane di Curva 22-23, la cui percorrenza sarà di circa 50 km/h più lenta.

Foto: Saudi Motorsport Company

Queste le parole del CEO della Saudi Motorsport Company, Martin Whitaker: “L’evoluzione del Jeddah Corniche Circuit prosegue spedita: siamo felici di aggiornare il nostro magnifico tracciato in seguito al dialogo costruttivo con la FIA, la F1 e i piloti. I due eventi precedenti hanno confermato che quello di Gedda è il circuito cittadino più veloce ed emozionante del mondo, e questi sviluppi miglioreranno ulteriormente lo spettacolo che andrà in scena il prossimo marzo. Ascoltare i consigli dei piloti e imparare dalla loro esperienza in pista è di vitale importanza per ogni circuito che vuole aggiornarsi e migliorare. Siamo convinti che queste modifiche renderanno le gare più veloci, emozionanti e, soprattutto, sicure. Non vediamo l’ora di riaccogliere i migliori piloti del mondo sotto le luci nel 2023“.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: