Dittatura d’argento con i campionati che sembrano già in tasca al team di Brackley. Leclerc quinto dietro a Verstappen

Il 2016 è qui: la Mercedes ha infilato la quarta doppietta consecutiva ad inizio stagione, cosa che nessun altro team era riuscito a fare. Valtteri Bottas si conferma il grande rivale di Lewis Hamilton per quest’annata, andando ad imporsi nel GP dell’Azerbaijan e tornando in testa al campionato per un punto. Il finlandese è stato bravissimo a gestire l’assalto finale del compagno di squadra, andandosi a prendere il quinto trionfo in carriera. Per la Ferrari un altro brodino. Sebastian Vettel ha concluso al terzo posto una gara senza acuti, dando l’impressione di arrendersi ad una macchina sempre più in balia degli avversari. Dietro di lui Max Verstappen, molto veloce in alcuni tratti di gara ma in sofferenza negli ultimi giri, comunque un buon risultato per la Red Bull targata Honda.

Charles Leclerc aveva infiammato gli animi con la rimonta nelle prime fasi, dimostrando un gran passo con la gomma media. Il monegasco ha condotto le operazioni per oltre 20 giri, prima che la Ferrari ci mettesse lo zampino con la solita strategia folle. Buonissima la gara di Sergio Perez, primo degli altri con la Racing Point. Il messicano chiude sesto e conferma il suo feeling con la pista azera, dove aveva ottenuto due terzi posti nel 2016 e nel 2018. Positiva la giornata delle Mclaren, con Carlos Sainz che è arrivato settimo davanti al compagno Lando Norris, seguiti da Lance Stroll. Ancora a punti Kimi Raikkonen, decimo con l’Alfa Romeo Racing dopo essere partito dalla pit lane per un’irregolarità all’ala anteriore riscontrata alle verifiche tecniche.

Alla partenza Hamilton è stato molto aggressivo, andando all’interno di Bottas e dando l’impressione di poterlo agevolmente passare come in Cina. Valtteri è stato fenomenale a replicare, rintuzzando l’affondo del campione del mondo. Difficile la partenza di Leclerc, in crisi nel mandare in temperatura le gomme gialle. Perez ha sorpassato Verstappen, con Vettel che si è tenuto il terzo posto. Il ritmo delle frecce d’argento con le Soft è stato impressionante, con gli alfieri del team di Brackley che rifilavano oltre un secondo al giro alla concorrenza. Leclerc ha iniziato una furiosa rimonta, arrivando anche a superare Verstappen. Sulle Mercedes è poi sopraggiunto un anomalo degrado, che ha costretto al pit stop entrambe le macchine assieme a Vettel.

Leclerc ha così preso il comando, mantenendolo con autorevolezza per quasi metà gara. Bottas ed Hamilton hanno lentamente recuperato i tredici secondi di ritardo, con il finlandese che ha passato Charles tornando davanti a tutti. La Ferrari non ha capito che era il momento di fermare la rossa #16, sottoponendola anche ai sorpassi di Lewis e Seb. Sarà un caso? Chi può dirlo, il dubbio è che si continui ad agevolare troppo Vettel, quando in realtà è Leclerc l’unica arma affilata di questa Ferrari in pieno bilancio negativo. Leclerc si è poi finalmente fermato, ma con le Soft non ha mai avuto il ritmo giusto. Era stata ottima la rimonta di Gasly, costretto al ritiro nel finale proprio mentre stava battagliando con l’emergente del Cavallino. Il parcheggio nella via di fuga della Red Bull #10 ha costretto la direzione gara ad introdurre la virtual safety car, ma poco è cambiato una volta ripartiti.

Hamilton ha tentato il tutto per tutto per avvicinarsi allo scatenato Bottas, che nel penultimo giro ha anche sfruttato la scia di Russell per tenere lontano il compagno-rivale. Leclerc si è intanto rifermato per montare un nuovo set di Soft, con il quale ha staccato nettamente il giro più veloce che vale un punto extra. Bottas ha gestito tutto alla grande ed ha vinto meritatamente, precedendo un mesto Lewis Hamilton ed uno spento Sebastian Vettel. Ora il mondiale vede nuovamente il finnico in vantaggio, con 87 punti contro gli 86 del compagno. Seb supera Verstappen salendo a quota 52 punti contro i 51 del finlandese. 47 per Leclerc. Mercedes in netto controllo tra i costruttori con 173 punti, lontanissima la Ferrari a 99. Prossimo appuntamento tra due settimane per il GP di Spagna.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: