Strepitosa prova del monegasco che tiene a quattro decimi Hamilton e Vettel. Quarto Verstappen che scatterà nono a causa della penalità

E sono sei! Charles Leclerc ha conquistato la quarta pole position consecutiva oggi pomeriggio a Sochi, dove domani scatterà il Gran Premio di Russia. Per il fenomenale monegasco della Ferrari si tratta della sesta stagionale ed in carriera, ottenuta demolendo la concorrenza in maniera impressionante. Il tempo di 1’31”628 porta Leclerc a rifilare oltre quattro decimi alla Mercedes di Lewis Hamilton, stranamente molto soddisfatto nel team radio dopo la bandiera a scacchi. Questo conferma quanto la rossa sia attualmente la macchina da battere, con un pilota attualmente inarrestabile.

La vittoria di Singapore non ha minimamente scosso Sebastian Vettel. In un week-end costellato da continui errori, il tedesco non è riuscito nell’obiettivo minimo di completare la prima fila Ferrari, prendendosi quasi mezzo secondo dal compagno di squadra Leclerc. Una differenza imbarazzante che fa capire chi è a fare realmente la differenza al volante della rivitalizzata SF90. 1’32”053 il crono di Seb, attardato di soli 23 millesimi rispetto al campione del mondo. Molto buona la prova di Max Verstappen, quarto con la Red Bull targata Honda. L’olandese scatterà dal nono posto a causa delle cinque posizioni di penalità, cedendo la propria casella al deludente Valtteri Bottas. Il quinto posto viene dunque ereditato da un eccellente Carlos Sainz con la McLaren, davanti alla Renault di Nico Hulkenberg e a Lando Norris. Segue la Haas di Romain Grosjean e Daniel Ricciardo.

Nella Q2 Ferrari e Mercedes puntano su strategie opposte: le rosse passano il taglio con le gomme Soft, dunque prenderanno il via domani con questa mescola. Le frecce d’argento puntano invece sulle medie e tenteranno di allungare il primo stint con un compound leggermente più duro. Tra gli eliminati figurano la Toro RossoHonda di un ottimo Pierre Gasly, la Racing Point di Sergio Perez, l’Alfa Romeo Racing di Antonio Giovinazzi, Kevin Magnussen e Lance Stroll.

Nel Q1 si assiste subito ad un importante colpo di scena: Alexander Albon conferma il suo week-end nero andando a sbattere alla curva 13, causando una bandiera rossa e terminando contro il muro la sua qualifica. Nel frattempo, Leclerc si era qualificato con gomme medie, cosa non riuscita a Vettel che ha commesso ancora una volta diversi errori. Il tedesco ha dunque deciso di passare alle Soft passando il taglio con il miglior tempo. Giovinazzi riesce a battere Kimi Raikkonen per appena 85 riuscendo a quaficarsi. Assieme al finlandese vengono escluse le Williams di George Russell e Robert Kubica, Albon e Daniil Kvyat che non è sceso in pista dopo i problemi tecnici della mattinata. Alle 13:10 di domani la partenza della gara.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: