I piloti della Mercedes, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, hanno parlato del DAS definendolo una grande innovazione. Tuttavia non è sempre stato usato nei test e lo stesso potrebbe essere nell’arco del mondiale.

I test di Barcellona sono andati in archivio da poco, ma hanno sicuramente lasciato il segno per alcune soluzioni tecniche apparse sulle monoposto. La Mercedes W11 ha fatto scuola in questo senso, presentando l’innovativo sistema DAS di cui hanno usufruito Lewis Hamilton e Valtteri Bottas nel corso delle prove invernali. La genialata partorita a Brackley ha fatto il proprio debutto nel corso del secondo giorno della prima settimana, ma è stato evidenziato un utilizzo a fasi alterne del dispotivo. Nelle giornate successive è stato infatti spesso tenuto a riposo, probabilmente per tenerlo anche a riparo dalle varie polemiche riguardo la sua legalità e la sicurezza.

Hamilton e Bottas hanno parlato del DAS alle interviste di rito, dimostrando di avere molta fiducia nel mezzo ma facendo capire che non verrà sfruttato in tutti gli appuntamenti del campionato: ”Attualmente non lo sto utilizzando molto” – ha detto il campione del mondo. ”Spesso faccio pratica con il DAS, ma altre volte giro senza usarlo e non so quante volte effettivamente andremo a metterlo in funzione nel corso della stagione. Non vedo comunque l’ora di vederlo all’opera e mi auguro che faccia una grande differenza”.

Abbiamo imparato ad usarlo al meglio di giro in giro” – spiega Bottas. ”Durante i test, gli ingegneri hanno più tempo per studiare i dati e per fornire a noi piloti delle linee guida per un corretto utilizzo del sistema. Il punto interrogativo è che tipo di vantaggi ti può dare questo DAS, sono cose che andremo a scoprire solo con il tempo e con le gare. Sono felice di averlo sulla macchina e per ora tutto è filato liscio, dovremo comunque trovare il modo migliore per sfruttarlo al massimo. Sicuramente è un passo avanti per tutti noi della squadra”.

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: