Non solo Hamilton, ma tantissima Mercedes in una vittoria che ridimensiona l’universo Red Bull e mette in chiaro quale sia, ancora, la squadra da battere; una Ferrari in crescita a dar filo da torcere alla McLaren per il terzo posto nel Costruttori; la lotta in fondo al gruppo, con squadre che vorrebbero essere più in alto. Tralasciando l’analisi della gara ad altri articoli, per il GP di Spagna 2021, le Pagelle di NewsF1.it

 

 

Il Migliore e Driver of the Day: Lewis Hamilton

Stato di forma: 100%. Questa di Hamilton si potrebbe considerare di una intelligenza unica. Dopo aver preso un altro gancio dall’olandese volante, il buon luigino si mette nella sua ombra, senza mai dargli l’impressione ne di volerlo attaccare, ne di volerlo lasciar andare. La mossa del muretto è la chiave della vittoria e lui si è fatto trovare pronto. Bella vittoria, guardando soprattutto i distacchi. Congratulazioni per la tripla cifra di pole position.

La sorpresa: Charles Leclerc

Va bene che a Barcellona non si sorpassa un gran che, ma tenersi dietro una Mercedes per quasi metà gara, ci vuole una certa dose di talento. Non siamo qui a voler polemizzare se la Ferrari dovesse o no essere migliore. Il lavoro dei ragazzi di Maranello è evidente, i risultati ci sono, in fondo bisogna capire che non è il momento della vittoria ma di crescere a testa bassa. Si mette dietro Perez sia in qualifica che in gara e con un pizzico (o più) di fortuna, arriverà il podio.

La delusione: Max Verstappen

Essere delusi per un secondo posto è qualcosa che si addice a Max. In effetti dopo la qualifica ci si aspettava qualcosa di più da lui, non tanto per il podio quanto per il distacco avuto da Hamilton. Segno che ci sono piste le cui caratteristiche ancora non si addicono alla Red Bull, nelle quali il divario dalla Mercedes è ancora ben evidente. Una piccola soddisfazione di aver dato un altro “colpetto” in partenza al rivale.

 

Che strano: Sergio Perez

Sempre lui, solo lui. Ha più talento di tanti piloti che hanno visto il Circus, eppure funziona ad intermittenza, si accende e si spegne senza un preciso criterio: quando è acceso però guai ad avercelo dietro. Deve però migliorare se vuole vedersela con i migliori.

Daniel Ricciardo: 9

Ottima prestazione, finalmente degna di se stesso. E’ vero che un sesto posto non è da festeggiare, ma considerando i nomi davanti può ritenersi soddisfatto. Soprattutto per aver battuto il proprio arrembante compagno di team.

Carlos Sainz: 8

Il piazzamento va bene, peccato non esser riuscito a passare Ricciardo; fa male il distacco dal compagno di squadra.

Lando Norris: 7

Una gara normale. Per come ci aveva abituato forse è poco, ma non dimentichiamo mai quanti anni ha questo giovane talento.

Esteban Ocon: 7

Un buon piazzamento, battuto il compagno di team. La Alpine però ha bisogno di prestazione.

Pierre Gasly: 6,5

Un punticino utile al campionato, ma una gara molto anonima.

Kimi Raikkonen: 6

George Russell: 6

Antonio Giovinazzi: 6

Lance Stroll: 5,5

Nicolas Latifi: 5,5

Mick Schumacher: 5,5

Fernando Alonso: 5

Nikita Mazepin: 5

Appuntamento con le Pagelle di NewsF1.it tra due settimane, dal Principato per il GP di Monaco.

 

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: