Il GP di Spagna di F1 rimarca la superiorità di Hamilton e della Mercedes, che beffano Verstappen spazzando via le ambizioni della Red Bull. Terzo Bottas davanti a Leclerc, mentre l’altra Ferrari di Sainz è settima.

Non c’è nulla da fare, la Mercedes e Lewis Hamilton hanno ritrovato una netta supremazia vincendo il GP di Spagna di F1, dando una mazzata alle ambizioni di Max Verstappen. L’olandese della Red Bull targata Honda le ha provate tutte, prendendosi il comando delle operazioni al via e stando in testa sino a pochi giri dal termine. Il team di Brackley ha puntato sulla tattica delle due soste, beffando gli avversari che poco hanno potuto di fronte alla forza della W12.

Valtteri Bottas ha fatto il suo, chiudendo sul podio una gara in cui ha faticato e non poco a liberarsi della Ferrari di Charles Leclerc. Il monegasco ha emozionato al via sverniciando il finlandese all’esterno, resistendo anche per una ventina di giri agli assalti della freccia nera. Dopo i pit stop tuttavia, il gap tecnico è stato troppo netto ed il #16 si è limitato a gestire la posizione, comunque importante per ridurre il distacco dalla McLaren nel mondiale costruttori. Male Sergio Perez, solo quinto e di poco davanti ad un ottimo Daniel Ricciardo. Carlos Sainz ha chiuso settimo pagando una brutta partenza, mentre è stato impalpabile Lando Norris che ha chiuso ottavo, ma ad oltre mezzo minuto dal compagno di squadra. La top ten è stata chiusa dall’Alpine di Esteban Ocon e dall’AlphaTauri di Pierre Gasly.

Al via c’è subito battaglia e Verstappen riesce a strappare il comando ad Hamilton con una gran staccata. Leclerc si libera in maniera perfetta di Bottas alla curva 3, in un sorpasso all’esterno davvero emozionante. Non benissimo sainz che perde due posizioni, restando imbottigliato nel traffico. Lo sforzo di Charles è encomiabile, riuscendo a tenersi dietro la freccia nera anche abbastanza agevolmente. Dopo pochi giri entra in pista la Safety car, a causa del ritiro di Yuki Tsunoda.

Dopo la ripartenza cambia poco, sino a quando non inizia il walzer dei pit stop. Il leader si ferma al 25esimo passaggio, mentre Bottas riesce a piazzare l’undercut su Leclerc che allunga lo stint assieme ad Hamilton. Al rientro di quest’ultimi, che montano la Media, la situazione si ricompone con le due Mercedes a caccia di Verstappen. In pochi giri Hamilton ricuce il distacco, innescando uno splendido duello per la prima piazza.

A sorpresa, Lewis effettua una seconda sosta al 43esimo passaggio, optando nuovamente per le gialle. Poco dopo, Perez riesce a liberarsi di Ricciardo strappandogli il quinto posto e iniziando la rimonta sulla Ferrari di Leclerc. Il campione del mondo ricuce tutto il gap dall’olandese che, ormai alla frutta con le gomme, non riesce a resistere e cede il passo a 6 giri dalla fine. Max si consola con il giro più veloce, ma la sconfitta odierna peserà molto nella lotta per il mondiale. Prossimo appuntamento a Monaco tra due settimane.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: