L’ala posteriore superiore, portata al Gran Premio di Miami ma non utilizzata, è stata utilizzata per la prima volta nel fine settimana di gara in Azerbaigian.

Nonostante l’epilogo amaro dal punto di vista della Ferrari con i due ritiri per problemi evidenti di affidabilità, Binotto afferma che l’ala si è comportata bene e ha contribuito a migliorare la F1-75 sia con il DRS aperto in qualifica, sia con l’ala nella configurazione normale in gara, quando Charles Leclerc stava cercando di stare alla larga da Max Verstappen.

È probabile che l’ala venga utilizzata in diverse gare in arrivo che presentano lunghi rettilinei e favoriscono un assetto a bassa resistenza, incluso Montreal questo fine settimana.

“Penso che su quel tipo di carico aerodinamico, le velocità fossero molto simili”, ha detto Binotto dopo la gara di domenica scorsa. “Quindi nel complesso penso di sì che l’ala posteriore funzioni come previsto. Funziona in modo simile a quella della Red Bull con un carico aerodinamico simile, e questo mi dà la certezza ogni volta che dobbiamo usarla senza grossi problemi.”

Nel frattempo la Ferrari continua a indagare sui guasti meccanici che hanno fermato entrambe le vetture a Baku

Il propulsore di Leclerc dovrebbe essere esaminato mercoledì a Maranello, mentre la squadra è già andata a fondo del problema idraulico che ha afflitto Carlos Sainz.

Martedì Ferrari ha riferito: “Il motore di Charles arriverà domani in fabbrica, una prima valutazione dovrebbe essere completata entro la sera. I componenti idraulici dell’auto di Carlos sono già stati esaminati. Una soluzione a breve termine è in atto per il Canada, mentre il lavoro è in corso su soluzioni a medio e lungo termine”.

Binotto ha insistito dopo Baku che la squadra rimarrà unita mentre cercherà di affrontare i suoi problemi.

“Non posso incolpare la squadra, perché so qual è stato lo sforzo che hanno fatto per affrontare le prestazioni del passato. So che è un lungo viaggio. Ad inizio stagione non ci siamo entusiasmati, credo che oggi non saremo gli ultimi. Come ho detto, è un viaggio che stiamo facendo e ci sono ancora altri passaggi che sono necessari in questo momento. Penso che ancora una volta come squadra rimarremo uniti e lavoreremo sodo”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: