La nuova era della Formula 1 è iniziata ormai da due Gran Premi, e i primi segnali provenienti dalle battaglie in pista e dal feedback dei piloti sono stati più che incoraggianti.

La revisione del regolamento tecnico per quest’anno è stata progettata principalmente per migliorare lo spettacolo e consentire più battaglie ruota a ruota riducendo la quantità di aria sporca prodotta, rendendo più facile per le auto seguirsi in pista.

Sia il Bahrain che l’Arabia Saudita hanno offerto momenti spettacolari nella lotta per la vittoria tra Charles Leclerc e Max Verstappen.

Il tabellone al momento vede il “punteggio” di 1-1 tra i due e l’entusiasmo si sta già preparando per il terzo appuntamento in Austrialia per una nuova avvincente battaglia. Nel discutere su questo, entrambi i piloti hanno fatto anche riferimento alle nuove regole che hanno sicuramente aiutato, ma il DRS è rimasto uno strumento necessario per avvicinarsi.

“Per quanto seguire sia stato meglio dall’anno scorso a quest’anno, ed è un passo molto positivo, penso ancora che non sia sufficiente sbarazzarsi del DRS”, ha detto Leclerc dopo la sua sconfitta contro Verstappen a Jeddah.

“Fa parte della F1 e in realtà mi piace molto. Fa parte della strategia di ogni pilota in termini di difesa e sorpasso, e per ora fa parte delle gare”.

In particolare a Jeddah è stato fondamentale per Max Verstappen e la sua vittoria finale al traguardo.

Il capo della Red Bull Christian Horner ha detto che varrebbe la pena guardare al posizionamento del DRS andando avanti per evitare i giochi del “gatto e del topo”, ma ha comunque aggiunto un buon livello di abilità di gioco al procedimento. “Abbiamo visto Charles e Max incrociarsi circa 10 volte, cosa che non abbiamo visto nelle stagioni precedenti”, ha detto Horner dopo la gara saudita.

“E’ stata una grande gara, un’altra fantastica gara tra i due team”.

Uno dei maggiori problemi che i piloti hanno con le nuove auto è il loro peso, che sfiora gli 800 kg.

Le vetture sono più lente nelle curve e si stanno dimostrando piuttosto dure con le mescole più morbide degli pneumatici. La sensazione prevalente è che per il momento le nuove regole della F1 funzionino bene.

Il Gran Premio d’Australia del prossimo fine settimana sarà un grande test per loro e mostrerà, combinato con il layout riprofilato dell’Albert Park, se l’approccio rinnovato della F1 sia alle vetture che al design della pista si sta muovendo nella giusta direzione. “A Melbourne abbiamo anche molte zone DRS, quindi potremmo fare un’altra gara interessante”, ha detto Alonso a Jeddah.

“Ma poi dobbiamo aspettare e tornare alle gare normali, Barcellona o Imola o qualcosa del genere, e vedere davvero quanto sia facile o difficile sorpassare.”

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: