A Sochi l’azienda italiana Brembo raggiungerà 800 GP. Il responsabile clienti F1 Andrea Algeri per il 2022: “Una sfida vera”.

In occasione del Gran Premio della Russia verrà festeggiato anche uno storico traguardo di un importantissimo fornitore della Formula 1. Si tratta dell’azienda italiana Brembo che domenica raggiungerà quota 800 GP nella massima serie motoristica. Dal 1975, con la prima fornitura in ghisa sulla Ferrari di Niki Lauda, l’azienda bergamasca si è evoluta fino alla grande rivoluzione del 2014 delle powertrade ibride dove gli impianti frenanti sono passati da componenti accessori a elementi strategici a livello di progettazione.

La rivoluzione tecnica prevista per le nuove monoposto 2022 ha coinvolto, ovviamente, anche Brembo: “Il nostro lavoro di sviluppo è in fase estremamente avanzata, abbiamo già concluso la fase di test strumentali e siamo pronti ai primi riscontri delle nuove monoposto in pista con il prossimo anno. Il metodo di Brembo non cambia perché abbiamo già accompagnato tutte le innovazioni della F1”, le dichiarazioni raccolte da La Gazzetta dello Sport al responsabile Brembo per i clienti F1 Andrea Algeri.
Secondo l’ingegnere la Formula 1 in modo profondo: “L’aumento dell’effetto suolo modificherà l’equilibrio aerodinamico della vettura portando maggiore downforce al posteriore. Le vetture promettono fino al 10% di energia frenante in più di media, ma di questa un + 5% viene all’anteriore, mentre potremo raggiungere un +15% al posteriore. È presto per dire come cambierà lo stile di guida sfruttando il maggiore grip, ma sulla carta al peso maggiore delle monoposto possono fare riscontro velocità più elevata in senso assoluto e in ingresso in curva, che con il nuovo equilibrio di forza frenante può essere affrontato anche in modo più insistito e deciso. Altra grossa svolta il cambiamento di diametro dei cerchi, un fatto quasi epocale perché si passa dai 13” ai 18”, aprendo la strada ad una gestione delle temperature assolutamente inedita e a dischi che, all’anteriore, passano dai 278 mm di diametro a 330 mm. In questa fase i team stanno adottando diverse filosofie. È una sfida vera, ma proprio di questo ci occupiamo da molto tempo”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: