Gran lavoro di Bottas che fa meglio del compagno di squadra e stacca il miglior tempo ad Imola. Terzo Verstappen davanti a Gasly, mentre deludono le Ferrari con Leclerc settimo e Vettel quattordicesimo.

Pista nuova, soliti riscontri. Le Mercedes hanno dominato le qualifiche di Imola, con Valtteri Bottas che ha beffato proprio all’ultimo tentativo il compagno di squadra Lewis Hamilton girando in 1’13”609. Tra le W11 la differenza è stata di appena 97 millesimi, con la certezza che domani ci sarà una bella sfida tra i due. Terzo Max Verstappen con la Red Bull targata Honda, ma con il solito mezzo secondo di ritardo dal battistrada. Entusiasmante Pierre Gasly, il quale ha condotto in quarta piazza l’AlphaTauri, ottava anche con Daniil Kvyat. Colpo di reni nel finale per Daniel Ricciardo, quinto con la Renault davanti ad Alexander Albon.

Netto passo indietro per le Ferrari, con Charles Leclerc settimo ad un secondo netto dalla pole, mentre Sebastian Vettel è quattordicesimo dopo l’ennesima prova imbarazzante. Troppa la differenza tra i due compagni di squadra ed a questo punto c’è da chiedersi se il tedesco merita davvero di completare la stagione sulla rossa. Deludono anche le McLaren, le quali completano la top tean con Lando Norris davanti a Carlos Sainz.

Nel Q1 le Mercedes dettano subito legge, con Bottas che si vede cancellato il suo miglior tempo ed è costretto ad un secondo tentativo. Bene Leclerc quarto subito dietro a Verstappen, mentre Vettel supera il taglio con l’undicesimo tempo. Molto sfortunato Kimi Raikkonen con la sua Alfa Romeo Racing, che con un giro brillante era riuscito a qualificarsi. Il finlandese supera però i limiti della pista alla Variante Alta, vedendo rimosso il proprio tempo dalla classifica. Iceman è così diciottesimo, mentre Antonio Giovinazzi è ultimo. Vicine alla qualificazione le due Haas, con Romain Grosjean sedicesimo davanti a Kevin Magnussen. Diciannovesima la Williams di Nicholas Latifi, mentre George Russell riesce nuovamente a superare il taglio.

Nel Q2 le Ferrari vanno in pista con le gomme Medie, mentre Verstappen causa il primo colpo di scena annunciando un calo di potenza via radio. La vettura viene ritirata nel garage dove si inizia a lavorare freneticamente. Anche Albon utilizza le gialle, ma si rende protagonista di un testacoda alla Variante Alta. Sia il thailandese che i ferraristi decidono di passare alle Soft, mentre per le Mercedes non ci sono problemi nel qualificarsi con questa mescola. Super Max esce con la gialla nel finale, riuscendosi a qualificare sottolineando lo strepitoso lavoro dei meccanici. Nonostante il set di morbide, Vettel è addirittura quattordicesimo, escluso assieme a Sergio Perez con la Racing Point che è solo undicesimo davanti ad Esteban Ocon. Un ottimo Russell è davanti a Seb, mentre il disastroso pomeriggio delle pantere rosa è completato da Lance Stroll che chiude ultimo. Alle 13:10 di domani la partenza della gara.

Pista nuova, soliti riscontri. Le Mercedes hanno dominato le qualifiche di Imola, con Valtteri Bottas che ha beffato proprio all’ultimo tentativo il compagno di squadra Lewis Hamilton girando in 1’13”609. Tra le W11 la differenza è stata di appena 97 millesimi, con la certezza che domani ci sarà una bella sfida tra i due. Terzo Max Verstappen con la Red Bull targata Honda, ma con il solito mezzo secondo di ritardo dal battistrada. Entusiasmante Pierre Gasly, il quale ha condotto in quarta piazza l’AlphaTauri, ottava anche con Daniil Kvyat. Colpo di reni nel finale per Daniel Ricciardo, quinto con la Renault davanti ad Alexander Albon.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: