Eprix Santiago del Cile | Risultati qualifiche. Deludono le BMW, in gara niente team orders

Il via dell’Eprix 2019 di Santiago del Cile avverrà tra qualche ora. Nel paddock tiene ancora banco l’incredibile episodio che ha deciso lo scorso appuntamento di Marrakech. Le due BMW elettriche del team Andretti hanno gettato al vento una comoda doppietta in Marocco. In molti hanno criticato gli uomini del muretto BMW per non essere intervenuti via radio prima del fatidico scontro tra Sims e Da Costa. Un ordine di squadra avrebbe aiutato, probabilmente, i due piloti a prendere la decisione migliore per il bene del team.

Roger Griffiths, team principal di BMW, ha dichiarato a Motorsport.com che il team era in procinto di intervenire ma c’è stato un momento di esitazione. Il tempismo è tutto nel motorsport e i piloti hanno anticipato ogni possibile team order.

“Abbiamo visto cosa stava per accadere ed eravamo in procinto di imporre l’ordine di agevolare il sorpasso, ma poi hanno preso loro l’iniziativa. Quando rivedi quelle immagini nella tua mente pensi a tutto ciò che avresti potuto fare, ma abbiamo capito la situazione, quello che è successo, e non accadrà più”, ha spiegato Griffiths.

In ogni caso la BMW ha deciso che Alex Sims ed Antonio Felix Da Costa continueranno ad essere liberi di battagliare tra loro nell’Eprix di Santiago e per il resto della stagione. “Non ci saranno ordini di scuderia – ha dichiarato Roger Griffiths – si sono dette molte cose sulla gestione ad inizio della corsa quando Alex ha lasciato passare Antonio ed in quel caso non sono arrivate alcune indicazioni dal muretto. Sfortunatamente non siamo riusciti a gestire al meglio la situazione alla fine della gara, ma avremmo potuto vincere senza quell’incidente”.

“Abbiamo trascorso molto tempo con i nostri piloti ripetendo sempre la regola d’oro di non avere incidenti col proprio compagno di squadra”, ha spiegato Griffiths.

In caso di situazione analoga, stavolta il team principal della BMW ha precisato: “Verrà presa la giusta decisione al momento ideale quando i nostri piloti si troveranno in un posto del tracciato dove si potrà effettuare il sorpasso. Questo, tuttavia, non è un ordine di scuderia ma la raccomandazione di massimizzare il numero di punti da portare a casa”.

Alexander Sims è deciso a voltare pagina e ha affermato: “Abbiamo capito che le mosse consentite o meno dovranno essere discusse in radio”. Antonio Felix Da Costa ha annunciato: “Siamo liberi di correre l’uno contro l’altro, e questa è una cosa positiva, ma il team dovrà controllarci. Quello che è avvenuto ci ha reso più forti, e sono sorpreso positivamente che siamo riusciti a gestire il tutto in maniera eccellente”.

Pole position per Lucas Di Grassi

In una afosa giornata di sole, i piloti BMW si sono qualificati in nona posizione (Sims) ed in diciottesima posizione (Da Costa). Non se la passa meglio il leader della classifica piloti, Jerome D’Ambrosio che scatterà dalla penultima casella in griglia. Pole position per Lucas di Grassi ma il pilota di Audi Sport Abt Schaeffler è sotto inchiesta da parte della FIA per una violazione tecnica. Si attendono aggiornamenti su una eventuale penalità che potrebbe cambiare l’ordine di partenza. Per ora, alle spalle di Lucas Di Grassi, troviamo Sebastian Buemi su Nissan e Pascal Wehrlein su Mahindra Racing. Daniel Abt sull’altra Audi partirà in quarta posizione mentre Stoffel Vandoorne di HWA Racelab andrà a chiudere la top five.
Tanti piloti dovranno rimontare dalle retrovie. Spettacolo assicurato alle ore 20:00 per la gara in diretta su Eurosport, in differita su Italia 1 dalle ore 23:00.

Davide Russo

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion! Addicted to Formula 1 🏆 Formula E ⚡️ Automotive 🖊️ FIA Accredited. Follow me: Twitter | Linkedin