L’australiano della Red Bull è convinto che le gomme più morbide possano offrire più spettacolo

Daniel Ricciardo è stato protagonista di un’interessante dichiarazione in questi giorni a cavallo tra il Gran Premio di Spagna e quello di Monte Carlo. Il pilota della Red Bull ha infatti detto che sarebbe molto interessante proporre le mescole più soffici in ogni week-end di gara, perlomeno per quanto riguarda la qualifica andando ad aumentare rischi e prestazioni sul giro secco.

A Barcellona si è notata una ridotta differenza di performance tra le mescole portate dalla Pirelli ( SuperSoft, Soft e Medium): in qualifica addirittura team come Ferrari o Red Bull sono state costrette ad effettuare il loro giro decisivo con la gomma ”gialla”, dunque quella di mezzo portata dalla casa milanese. Ricciardo ha successivamente affermato: ”In prova potremmo girare con le HyperSoft e poi vedere cosa succede in gara, si creereberro strategie alternative”.

Daniel ha sin da subito apprezzato la nuova gomma, che debutterà in gara in occasione del GP di Monaco la prossima settimana: ”Ho subito capito che la HyperSoft fosse un bel passo avanti rispetto alle altre mescole, sia ad Abu Dhabi che nei test invernali di Barcellona erano performanti e garantivano una buona durata. Non so quanto possano essere durature su altre piste, ma fino ad ora sembrano ottime. Le scopriremo meglio a Monte Carlo”.

La pronta risposta è arrivata da Mario Isola, responsabile corse della Pirelli, che ha rilasciato una breve dichiarazione: ”Al Montmelò la HyperSoft era troppo morbida. La velocità era ottima, ma dopo pochi giri si sarebbe distrutta a causa delle stress a cui la sottoponeva il tipo di pista. A Monaco dovrebbe funzionare alla perfezione, essendo un circuito cittadino che non mette alla frutta le gomme. Questo tipo di compound è stato progettato per questa tipologia di circuito, non certo per Barcellona.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: