Hamilton guida l’1-2 Mercedes con Verstappen terzo. La Ferrari insegue

Parte nel segno Mercedes il week-end del GP d’Austria. Lewis Hamilton ha subito ribadito la superiorità messa in mostra in Francia, piazzando la sua W09 in testa al gruppo in 1’04”839, l’unico assieme al compagno di squadra sotto al minuto e cinque secondi.

La bontà del nuovo pacchetto aerodinamico presentato dagli ingegneri di Brackley è confermata dal secondo crono di Valtteri Bottas. Il finlandese ha completato la doppietta Mercedes girando in 1’04”966, staccato ( se di distacco si può parlare) di appena 127 millesimi dal battistrada. Queste sono senz’altro le condizioni in cui le frecce d’argento si esaltano, con appena 26 gradi di asfalto.

Vicino al tandem di testa si è portato Max Verstappen con la sua Red Bull. La RB14 conferma la sua crescita anche in questo inizio di fine settimana, che rappresenta l’appuntamento casalingo del team dei bibitari. L’olandese si è issato davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel per poco più di un decimo, mentre ne paga un paio da Hamilton.

La SF71-H ha cominciato in sordina come sempre accade il venerdi. Seb è quarto con un ritardo di 341 millesimi di secondo, a parità di gomma UltraSoft con gli altri. Raikkonen è sesto a quasi un secondo dalla vetta, rendendosi anche protagonista di un lungo con cui ha spiattellato la gomma. La sensazione è che in Ferrari si stia ancora cercando il bilanciamento ottimale, cosa che di solito avviene nella notte tra venerdi e sabato. Tra le due rosse si è situato Ricciardo con l’altra Red Bull, velocissimo con le Soft mentre in difficoltà con le più morbide nella simulazione di qualifica.

Buono il settimo posto di Grosjean con la Haas, il primo degli altri a solo due decimi da Raikkonen. La top ten è completata da Ocon, Leclerc e Gasly. Da sottolineare proprio il nono posto del monegasco, che sommato all’undicesimo del compagno di squadra Ericsson conferma l’ascesa dell’Alfa Romeo-Sauber.

Magnussen è in dodicesima piazza, davanti alle Renault di Sainz e Perez in mezzo alle quali si trova l’altra Force India di Perez. Sempre più nel baratro McLaren e Williams: Stroll e Kubica  ( al posto di Sirotkin in questa sessione) sono rispettivamente in sedicesima ed ultima posizione. Non se la passano meglio le vetture di Woking, con Alonso diciassettesimo davanti a Vandoorne. Malissimo per ora anche Hartley, in penultima posizione e lontano dal compagno di squadra.

Alle 15 la seconda sessione di prove libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: