Questa volta partire in prima fila non gli è riuscito. Lewis Hamilton, però, con il suo terzo tempo in griglia di partenza è pronto ancora una volta a dare battaglia. E se in Ungheria riuscì a tenersi davanti Max Verstappen giusto qualche manciata di metri per poi dovere cedere il passo e accontentarsi alla fine del quarto posto, stavolta vuole nuovamente tentare il colpo di prendersi il primo gradino del podio di Formula 1 .

Lui, come di consueto, condivide il buon piazzamento ottenuto con tutto il team: “è stato di sicuro tutto molto frenetico perché la pista si asciugava continuamente – ha spiegato il sette volte campione del mondo dopo la fine delle qualificazioni – ogni giro era più veloce e il team ha fatto davvero un ottimo lavoro, sentivo molto bene la macchina pur se, nel secondo settore, abbiamo perso molto tempo, siamo comunque soddisfatti del nostro punto di partenza”.

Anche a lui, come a Perez, riuscire a partire davanti a Verstappen crea un sottile piacere. Ma l’asso briitannico della Mercedes sa che avere una buona posizione in griglia è solo la metà dell’opera. “L’obiettivo – conclude – è lottare per il podio e inseguire i primi”. In classifica Hamilton vanta 133 punti ed è quarto a sole sei lunghezze da Fernando Alonso con l’Aston Martin.

Russell, dal canto suo, è un po’ deluso dall’ottava posizione che è comunque sempre immensamente meglio della diciottesima da cui aveva dovuto cominciare il Gran Premio d’Ungheria. “Sono stato un po’ fuori ritmo per tutta la sessione faticando sul giro – spiega – di solito amo queste condizioni miste ma stavolta non sono riuscito a tenere il passo buono in nessun tentativo, c’è sicuramente molto da rivedere e capire anche se mi attendevo di essere piazzato meglio in griglia di partenza”. Quinto con novanta punti, Russell ha per ora all’attivo un solo podio grazie al terzo posto al Gran Premio di Spagna.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: