Il nuovo team Renault torna ufficialmente in Formula 1 dopo aver rilevato il team Lotus e scopre per prima le carte presentando la propria monoposto con anticipo rispetto agli altri team.

La vettura, presentata ieri a Parigi, sarà affidata all’esoridente brasiliano Joryon Palmer (campione Gp2 nel 2014) che aveva già affrontato alcune sessioni di prove la passata stagione. Gli si affiancherà Kevin Magnussen, recente sostituto di Maldonado che ha perduto lo sponsor multimilionario del governo venezuelano che da anni gli garantiva un sedile.

La nuova Renault presenta una livrea nera con dettagli e appendici gialle che non ha particolarmente entusiasmato appasionati e tifosi in genere. C’è già chi la indica come vettura più brutta del lotto ma certo ancora mancano i termini di paragone per tali valutazioni. Ai due piloti principali si affiancherà come terzo pilota il giovane francese Esteban Ocon mentre team principal è stato designato Frederic Vasseur. Il quartier generale della scuderia rimarrà invece ad Enstone, anche se la struttura e l’organigramma del team risulta notevolmente rinnovato viste le numerose partenze di tecnici che si sono registrate negli ultimi mesi in seguito ai problemi finanziari registrati della passata gestione. Anche le difficoltà tecniche affrontate l’anno scorso sono state rilevanti, causate dal passaggio ai motori Mercedes che hanno costretto gli ingegneri a stravolgere i loro progetti per adattarli ad una power unit diversa e più grande.

Banco di prova per la nuova Renault (vettura + team) saranno i test di Barcellona in programma dal prossimo 22 febbraio sul circuito della Catalogna. Le altre scuderie presenteranno le loro vetture quello stesso giorno direttamente in pista, con l’eccezione di Ferrari e McLaren che anticiperanno di un paio di giorni con presentazioni online.

Nel frattempo oggi si è svolto un incontro organizzato dalla Pirelli presso Villa Arcimboldi, sede del colosso milanese, dove si è riunito il gotha della Fromula 1 per discutere le caratteristiche degli pneumatici 2017 che avranno dimensioni maggiori per gestire carichi aoerodimanici e forze diverse dalle attuali viste le modifiche tecniche che si introdurranno. Presenti Ecclestone, Jean Todt, Charlie Whithing, Toto Wolff ma anche il presidente Marchionne con Maurizio Arrivabene, James Ellison, Vettel Raikkonen e altri numerosi esponenti del circus.

di Stefano De Nicolò

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: