Aggiornamenti Ferrari F1 in Francia ala Anteriore
Può essere che la Ferrari stia cercando di ridurre l’effetto outwash?

in parte, si; Questo non avverrebbe perchè il tentativo di spingere all’esterno il flusso sia errato, ma perché comporterebbe l’impossibilità di spingerlo verso l’alto. Infatti, provando a ragionare utilizzando il semplicissimo concetto fisico di azione-reazione, qualora si applichi una forza su un oggetto o un elemento, questo risponde con una reazione di direzione uguale, ma verso contrario.

è quanto avverrebbe sulle auto del cavallino che, spingendo il flusso verso il lato, subiscono una reazione uguale e contraria in corrispondenza delle pareti dell’ala frontale.

Schema Ala di una Formula 1

Quanto avviene a bordo delle auto del cavallino, quindi, è il sacrificio di una porzione di deportanza che si tramuta in flusso deviato all’esterno. Nella fattispecie, considerando la freccia rossa dello schema precedente, tale flusso genererebbe una reazione che non spinge l’auto al suolo, essendo completamente orizzontale (e generando di conseguenza una reazione a sua volta orizzontale).

in Ferrari stanno probabilmente cercando di avvicinare la propria ala frontale a quella di RedBull e Mercedes. Ciò significa che stanno cercando di aumentare molto di più la porzione colorata di verde rispetto a quella rossa orizzontale. (cercando di ridurre la pendenza laterale di ogni profilo e cercando di aumentare l’inarcamento e l’incidenza totali dell’ala).

Le nuove modifiche risponderebbero a quanto detto, anche se la strada non è semplice, avendo creato l’intera macchina in funzione di un flusso deviato all’esterno.

Nonostante una incidenza ed una estensione dei singoli profili più accentuate, le modifiche non sono ben visibili e si mimetizzano particolarmente bene se non osservate da vicino.

Pance lateriali, Side pods, fondi piatti e qualsiasi altro elemento sono ottimizzati per la soluzione vecchia e a questo punto, modificare elementi cosi importanti come l’ala frontale, se non si fa attenzione, può risultare persino un passo falso.

A Le Castellet sono quindi molteplici i motivi per i quali le novità potrebbero non aver funzionato a dovere. Una modifica all’ala può servire anche per capire come reagisce tutto il resto della macchina. E’ ipotizzabile aspettarsi per le prossime gare altre soluzioni anche verso la parte centrale e il retro-treno per adattare nuovamente la vettura al nuovo flusso.