Penultimo respiro di questo Campionato del Mondo 2015 che ha già conosciuto il nome dei suoi vincitori, ma che ancora cerca risposte per il futuro.
L’abituale appuntamento brasiliano si svolgerà sul bellissimo circuito (uno dei “dinosauri” storici ancora rimasti nel Circus) di Interlagos, intitolato a Carlos Pace. I saliscendi e la varietà di curve veloci e lente sono le peculiarità di quest’autodromo, e “condite” dalla famosa variabilità del meteo e da un asfalto abbastanza “aggressivo” con le gomme, potrebbero regalarci un menù per nulla affatto scontato o “indigesto”.
Lo scorso anno il mix tra temperature elevate ed asfalto abrasivo costrinsero gran parte dei piloti ad effettuare tre soste ai box: l’unico tra i primi che tentò la via delle due soste fu Raikkonen, che concluse settimo.
Ed anche quest’anno sono attese condizioni simili, con 30° ambientali previsti per venerdì è sabato e qualcuno meno (24°) per la domenica della gara: con le mescole Soft e Medium portate qui dalla Pirelli, potrebbero contribuire a “togliere qualche certezza” al duo Mercedes, i primi “due personaggi” in lizza per la vittoria in Brasile.
Rosberg, dopo la buona prestazione complessiva del Messico, ha tutte le intenzioni di rispondere coi fatti alle velenose polemiche alimentate dal compagno Hamilton circa i presunti “favori” ricevuti da parte del team due volte iridato, in particolare in occasione della decisione sulla seconda sosta ai box dei due “nemici-amici”.
Il già campione 2015 Hamilton, che nella terra del suo idolo Senna ha conquistato sì il suo primo titolo, ma non ha mai ottenuto il successo nel Gran Premio, cercherà sicuramente, con le buone e con le “cattive” (vedasi Austin…) di far valere i “galloni di capitano” in casa Mercedes: ma oltre alle problematiche della pista, dovrà far fronte anche a quelle da lui generate per via delle sue dichiarazioni molto “ingenerose” riferite nei riguardi di Michael Schumacher (le cui condizioni di salute, purtroppo, restano sempre piuttosto gravi). L’inglese ha provato in seconda battuta a smentirle seccamente, dando la colpa ad una “manipolazione giornalistica”, ma il video che lo riprendeva durante l’intervista, purtroppo per lui, non darebbe adito ad alcun fraintendimento….
Il terzo personaggio “in lizza” è sicuramente Sebastian Vettel: reduce da un trionfale Ferrari Day davanti ai 50.000 del Mugello, e rinfrancato, come riferito ai cronisti, dal diminuito gap rispetto alle dominanti Frecce d’Argento (“da oltre 1 secondo ai 6-7 decimi”, secondo il tedesco), cercherà di far fruttare (diversamente dallo scorso appuntamento messicano…) gli eventuali punti favorevoli per la Rossa, da un utilizzo più “gentile” delle coperture alla maggior potenza che gli potrà fornire una Power Unit più “fresca” rispetto a quella dei rivali, soprattutto ad un altitudine di oltre 800 m s.l.m. che penalizza le potenze di un buon 10%.
Ma gli altri non staranno a guardare: i due della Red Bull in particolare (e qui entriamo nelle tematiche in ottica 2016) dovrebbero qui utilizzare, finalmente, la specifica “evo” del propulsore Renault, a sancire il clamoroso ma, per gli addetti ai lavori, abbastanza “scontato” riavvicinamento tra il motorista francese e la scuderia anglo-austriaca, col presidente Renault (di origine “brasile ira”) Carlos Ghosn a sigillare l’accordo che vedrà riconosciuta al team di Mateschitz una certa “autonomia” nello sviluppare le Power Unit (specifica “fine 2015” e probabilmente “rimarchiate” Infiniti, visto l’ingresso “semi-ufficiale” di Renault nel team Lotus) sia nella parte endotermica (grazie alla collaborazione probabilmente rinnovata con Mario Illien, ex Ilmor-Mercedes) che, soprattutto, in quella elettrico-elettronica.
Resterà esclusa dal discorso l’ “affiliata” Toro Rosso, che nel prossimo campionato passerà alle Power Unit Ferrari “spec 2015”.
Ma tutto ciò basterà ad assicurare al team quattro volte campione del mondo una competitività al pari di quella Ferrari e Mercedes?

di Giuseppe Saba

ORARI GP BRASILE F1:

 VENERDI’ 13 NOVEMBRE 2015

ORA ITALIANA

13:00  | Prove Libere 1  | SKY Sport F1 HD e Rai Sport

17:00  | Prove Libere 2  | SKY Sport F1 HD e Rai Sport

SABATO 14 NOVEMBRE 2015

ORA ITALIANA

14:00  | Prove Libere 3  | SKY Sport F1 HD e Rai Sport

17:00   | Qualifiche  | SKY Sport F1 HD e Rai 2

 

DOMENICA 15 NOVEMBRE 2015

ORA ITALIANA

17:00   |  Gara   | SKY Sport F1 HD e Rai 1

GIRO DI PISTA

FRENATE

MESCOLE PIRELLI

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: