Il prossimo GP si terrà a Singapore, sul circuito di Marina Bay. Sarà la decima edizione del GP, introdotto in calendario nella stagione 2008.

Si tratta del 970esimo GP nella storia della F1.
La gara si svolge in notturna (primo GP “sotto i riflettori” della storia della F.1) , e già questo è un piccolo record che detiene il circuito.

Un cittadino lungo 5,065 km, che richiede molta concentrazione nella guida, a causa delle curve strette a 90°. Molto spesso su questo tracciato si arriva quasi al tempo massimo di durata per GP di due ore.

La safety car su questo circuito è stata necessaria in ogni singola edizione del GP, dal 2008 sino al 2016. Una striscia consecutiva di 9 GP che, viste le caratteristiche del circuito, potrebbe continuare ad incrementarsi.

Il “re” di Singapore è Sebastian Vettel, che detiene il primato di vittorie (4, nelle edizioni 2011-2012-2013-2015).

Seguono con due vittorie Alonso (2008 – 2010) e Hamilton (2009 -2014). Una vittoria anche per l’iridato 2016  Nico Rosberg, nello stesso anno.

La prima vittoria su questo tracciato è di Alonso, nel 2008, con la Renault. Questa edizione divenne poi celebre per la controversa storia del “Crash gate” di Piquet, costretto ad andare a muro dai vertici del team per favorire così la vittoria del pilota spagnolo, che sfruttò la safety car causata dal compagno di squadra, figlio di Nelson.

Per quanto riguarda i costruttori la Red Bull ha trionfato in 3 edizioni consecutive del Gp ( record), nel 2011-2012-2013, con Vettel alla guida. Mercedes e Ferrari seguono con 2 vittorie, la prima nel 2014 e nel 2016 (con Hamilton e poi Rosberg), mentre la Ferrari vinse nel 2010 e nel 2015 con Alonso e Vettel. Una vittoria a testa per McLaren (2009 con Hamilton) e Renault (2008 con Alonso).

 

A Singapore, per quanto riguarda le pole position, abbiamo i due dominatori dell’attuale stagione 2017, Vettel ed Hamilton, appaiati a quota 3 pole position a testa.

Massa siglò la prima pole in assoluto su questo circuito. Anche Alonso e Rosberg figurano nell’albo d’oro, entrambi con una pole position.

La Ferrari, invece, vanta il record di pole nei costruttori con 3 partenze “al palo” (2008-2010-2015). McLaren, Red Bull e Mercedes sono ferme a 2.
7 volte su 9 il pilota che è partito in pole ha poi vinto il Gp. Le uniche eccezioni sono state Alonso nel 2008, che partì 15esimo, e Vettel nel 2012, che parti terzo, dalla seconda fila.

 

Nella sezione giri veloci troviamo in vetta Alonso e Ricciardo, che per due volte hanno fatto siglare il miglior tempo in gara.
Compaiono in questa classifica, con un giro veloce, anche Raikkonen, Button, Hulkenberg, Vettel ed Hamilton.

Red Bull primeggia nei costruttori, con 3 giri veloci in gara, seguita dalla Ferrari a 2.
Renault, McLaren, Force India e Mercedes hanno invece siglato il giro veloce per una sola volta.

 

Categoria podi : Sebastian Vettel detiene il record assoluto di 6 podi su 9 GP disputati.
Alonso segue da vicino con 5, dietro di lui Hamilton (a 4), Ricciardo (a 3), Rosberg, Webber, Raikkonen e Button a 2. Anche Glock è presente in questa classifica con un podio.

 

Nella speciale sezione dei km in testa al GP in prima posizione, leader incontrastato, troviamo Sebastian Vettel, che ha percorso ben 1.120 km da leader.
Dietro di lui, ben più staccati Hamilton a 684, Alonso 472, Rosberg 355.
Tra gli altri piloti che hanno corso in testa a Singapore ci sono Massa con 84 km, Trulli 25, Button 15 e Raikkonen e Button 5.

Nei costruttori c’è invece più battaglia. Red Bull prima con 816km da leader, Ferrari dietro a 710, Mercedes 598, McLaren 401. Più staccate Renault, 162 km, Williams 56 e Toyota 25.

 

Per quanto riguarda i punti totali realizzati a Singapore, Vettel primeggia a quota 155.
Alonso 104, Rosberg 83, Hamilton 76. Button subito dietro a 58. Mentre tra i piloti in attività nelle posizioni di vertice di questa classifica sono presenti Raikkonen e Ricciardo, rispettivamente con 54 e 53 punti.

Il “podio” dei punti totali nel costruttori vede invece la Red Bull, prima a 215 punti.
Staccata la Ferrari a 166 e la Mercedes a 125.

 

Ci sono stati due Grand Chelem (pole, vittoria, giro veloce e corsa interamente al comando) a Singapore.
Il primo fu di Alonso nel 2010 su Ferrari.
Vettel ci riuscì nel 2013, su Red Bull.
Mentre molto, spesso c’è stato un pilota che ha corso interamente il GP in testa (Alonso nel 2010, e Vettel 3 volte, nel 2011 – 2013 – 2015).
4 volte su 9 un pilota ha percorso in testa tutto il Gp. Quindi risulta fondamentale fare un’ottima qualifica.

Anche per questo GP le statistiche sono state elencate. Speriamo ora in un gran spettacolo in pista.
Buon GP a tutti!

a cura di Francesco Manca

 

 

 

 

 

A proposito dell'autore

Professionista del settore Sviluppo e Gestione Risorse Umane, appassionato "fino al midollo" di Motorsport e Automotive, vorrebbe far confluire queste due competenze nel "lavoro dei sogni". Perché " se lo puoi sognare, lo puoi fare". LinkedIn: https://it.linkedin.com/pub/giuseppe-saba/103/260/51b Twitter @saba_giuseppe

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: