Una sfida veramente al fulmicotone quella tra la Lamborghini Huracan di Ombra Racing e l’Audi R8 LMS di Audi Sport Italia; risolta a pochi metri dal traguardo a favore dell’Audi; e culminata in un’accesa discussione proprio sotto il Podio; ma andiamo per ordine; siamo in GARA 2 e alla partenza abbiamo alla guida della Lamborghini Stefano Gattuso nella 5° casella ottenuta col timing di 1:33.580, Campione in Carica ed un temperamento da vero

mastino; nell’altra vettura c’è Filipe Albuquerque in pole position con 1:33.112, Pilota sempre veloce e molto esperto; la gara parte bagnata con tutte le incognite del caso e in regime di safety-car, ci vuole una bella dose di sangue freddo per controllare le vetture e non commettere errori; poi la pioggia cala e un timido sole si affaccia su Misano asciugando la pista coadiuvato dalle gomme delle vetture che ‘drenano’ l’acqua in maniera importante; durante il 1° stint Albuquerque controlla bene tutti gli avversari tenendosi sempre al comando; un solo errore da parte del Pilota Portoghese quando va lungo ed alza i suoi tempi di circa 1,3 sec. ecco la media dal giro 6 al 13, 1:51.072; mentre Gattuso al 3° giro si porta in 4° posizione e gira con tempi molto costanti e stabili, ecco la sua media sempre dal giro 6 al 13, 1:50.898; in pratica gli stessi tempi del Pilota Audi se questo non avesse commesso quell’errore. Ora per il gioco dei cambi e delle penalità, Audi doveva scontare anche i secondi di gara 1 (3° posizione), Marco Mapelli subentrato ad Albuquerque, si ritrova in 5° posizione al passaggio n. 17; mentre Frassineti (subentrato a Gattuso) nello stesso giro è 3°, riuscirà poi a guadagnare 1 posizione nella tornata 18 portandosi al 2° posto; ma qui inizia tutta un’altra gara con la grande rimonta di Marco Mapelli che in questa fase è il più veloce in pista ed anzi fissa sul cronometro il best-timing della giornata nel passaggio n. 24 con 1:47.288; inarrestabile la sua progressione come potete vedere dal grafico

GT_italiano

In questo caso abbiamo messo a raffronto i tempi dei 4 Piloti per ogni stint, da notare l’errore di Albuquerque al giro 12; comunque sia Mapelli si libera facilmente di 2 avversari portandosi in 3° posizione al giro 19; ma proprio in quest’ultima fase è un vero rullo compressore e la sua velocità è percepibile anche dalle immagini dello schermo e non solo guardando i tempi; dobbiamo dire, tuttavia, che anche Frassineti ci va giù pesante col gas; ma è purtroppo protagonista di un piccolo errore a pochi giri dalla fine che gli costerà la 2° posizione; infatti fissa il suo best-timing al giro 24 con 1:47.569 ma non riesce a contenere Mapelli che non solo lo tallona da vicino, ma proprio all’ultima curva gli rifila la classica ‘sportellata’ entrando deciso in curva e mettendosi così sulla traiettoria migliore e con più grip; una beffa per Frassineti che viene superato sul filo di lana. Come abbiamo detto qualche polemica al momento dello stop ma insomma queste sono le gare, ed anzi rispetto ad altre categorie è proprio questo il tipo di spettacolo che il pubblico si aspetta. Da rilevare comunque il perfetto set-up dell’Audi che appena la pista ha cominciato ad asciugarsi è letteralmente volata sull’asfalto. Ombra Racing ha pagato forse l’eccessivo nervosismo di Alex Frassineti nelle ultime fasi della corsa, tuttavia anche la Lamborghini appariva in ottima forma sulla pista prima scivolosa poi ingannevole con zone asciutte ed altre bagnate.

Marco Asfalto

Foto  Andrea Bonora

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: