Già ne avevamo sentore a Monza dopo l’inchiesta e il pericolo di penalità per Hamilton poi, giustamente, non sanzionato; tuttavia il fatto che si mettano sotto la lente di ingrandimento le gomme ed in particolare le pressioni delle stesse, oltre che gli angoli di camber, è una novità assoluta, il fatto che poi sia diventata una regola non scendere sotto determinati valori è ancor di più un fattore incisivo sulle prestazioni degli pneumatici, ma cosa sta accadendo in F1? Perché improvvisamente tanto clamore e tanta attenzione? Probabilmente perché lo scoppio dello pneumatico di Vettel a SPA ha aperto una voragine ancor più ampia tra la Ferrari e la Pirelli visto che si è rischiata una vera tragedia, solo che questa volta alla guida della Rossa c’è Maurizio Arrivabene

arrivabene
e non Stefano Domenicali, quest’ultimo spettatore inerme nel 2013 quando la Pirelli cambiò in corsa le gomme; adesso si devono fare i conti con personaggi molto più agguerriti che si fanno rispettare e che stanno anche cambiando la ‘geopolitica’ della Formula Uno, solo il fatto che la Red Bull sia entrata nell’orbita Ferrari (la cosa sembra fatta…) tramite la fornitura delle Power Unit, colloca la Rossa in un altra e ben più pesante posizione nel Circus, ricordiamo che ci sarà anche il Team Haas il prossimo anno; la Pirelli a questo punto rischia di perdere il prossimo appalto con la Michelin che è sulla riva del fiume ad aspettare molto pazientemente; ricordiamo anche che la Casa Milanese degli pneumatici ha già un precedente con la Ferrari che si è vista togliere un vantaggio dopo poche gare nel 2013 (ecco il link per chi vuole approfondire  quindi adesso si sta prospettando una sorta di ‘resa dei conti’ che potrebbe portare a nuovi equilibri in F1; tuttavia voglio aspettare sia la gara di domani sia quella di Suzuka per capire quanto questi controlli serrati delle pressioni possano veramente incidere sulle prestazioni della Mercedes (sembra anche degli altri con la stessa motorizzazione); perché la Casa Tedesca predilige le Medium e non vorrei che i risultati di oggi fossero un fuoco di paglia per poi ritornare alle solite durissime gomme che vanno incontro alle esigenze di una sola Scuderia…
Marco Asfalto

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: