Auto

Rimorchio auto: tipologie e vantaggi

I rimorchi sono particolari veicoli privi di motore, che per muoversi necessitano di essere trainati da un altro veicolo. Sul mercato sono presenti diverse tipologie, tutte distribuite da rivenditori di settore, specializzati in mezzi di trasporto alternativi, e alcuni di essi anche nella vendita di ricambi per rimorchi.

Tutte le tipologie di rimorchi auto

Tra le tipologie di rimorchio auto più conosciute e gettonate dagli utenti vi sono:

  • Rimorchi per trasporto persone, con almeno due assi e semirimorchi
  • Rimorchi per trasporto di cose
  • Rimorchi per trasporti specifici
  • Rimorchi a uso speciale
  • Caravan (a 1 o 2 assi)
  • Rimorchi per il trasporto di attrezzature turistiche e sportive (alianti, etc…)
  • Semirimorchi

Tutti i mezzi sopra elencati, per circolare in maniera legale, devono essere muniti di:

  • Carta di circolazione propria
  • Targa, in caso di immatricolazione a partire dal 20 febbraio 2023
  • Targa ripetitrice in caso di immatricolazione prima del 20 febbraio 2023
  • Eventuali documenti integrativi
  • Revisione dei rimorchi di massa complessiva non superiore a 3.500 kg (O1 e O2), da effettuare 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni 2.

L’eccezione dei carrelli appendice

I carrelli appendice sono dei rimorchi molto particolari, dotati al massimo di due ruote e aventi come fine il trasporto di bagagli o attrezzi. Sono una parte integrante del veicolo, un accessorio di contorno, privo di targa e carta di circolazione. Tali caratteristiche fanno dedurre che non sono annotati al Pubblico registro automobilistico.

Per essere identificati, hanno una targa ripetitrice gialla, rilasciata dalla Motorizzazione civile con sequenza alfanumerica simile al veicolo associato. Il numero di telaio invece è segnato sulla carta di circolazione, insieme alle dimensioni del carrello, il tipo di frenatura, la massa complessiva e il tipo di carrozzeria.

Tutti i vantaggi dei rimorchi auto

In virtù delle caratteristiche tecniche e burocratiche dei rimorchi, è possibile associare ad essi numerosi vantaggi:

  • Eliminazione della tassa di circolazione, soppressa dal 1 gennaio 2000. In sua sostituzione dovrà essere effettuato un versamento integrativo
  • Riduzione dell’assicurazione di circa 30 euro rispetto ad una polizza tradizionale per auto
  • Azzeramento dei costi di mantenimento

Altro vantaggio, riguarda chi utilizza il rimorchio per pubblicizzare la propria attività. Molti utenti infatti, sono soliti utilizzare i rimorchi per trascinare pannelli pubblicitari, specialmente nel caso di supermercati e discount che hanno spesso l’obiettivo di divulgare le offerte del periodo in corso.

Inoltre con una buona manutenzione e quindi ricorrendo, quando necessario, a ricambi per rimorchi sarà possibile mantenere i rimorchi come nuovi. Sarà semplicemente necessario rivolgersi ad aziende specializzate nel settore come TrailerPlusItalia.

Come scegliere un rimorchio auto

Il consiglio, quando si parla di scelta del rimorchio auto, è sempre quello di rivolgersi a professionisti del settore, capaci di dirigere l’utente verso acquisti in linea con le sue reali esigenze.

I professionisti esperti sanno, infatti, interrogare in maniera corretta l’utente, fino a captarne le necessità.

Chi sta cercando un rimorchio per il trasporto di sfalci d’erba o piccoli attrezzi da lavoro, ad esempio, dovrà optare per un carrello appendice di 160 x 115 cm circa, di massa totale a pieno carico di 500 kg, meglio se con telone e sponda posteriore ribaltabile.

In caso di traslochi, invece, è da prediligere un grande rimorchio monoasse di circa 200 x 125 cm, sponda posteriore apribile, sponde laterali alte, telone e estensibile per aumentare il volume di carico.

Lascia un commento