Dopo la netta, perentoria e dominante vittoria di Montreal, in questo fine settimana Lewis Hamilton e la Mercedes saranno attesi all’ennesimo esame di questo lungo, incerto e mai scontato Campionato 2017.

Dopo l’esaltante week end canadese, dominato da Lewis come il suo Idolo Ayrton Senna, lui e il Team dovranno giocoforza dimostrare non soltanto una certa continuità di rendimento, dopo le altalenanti prestazioni di questa prima parte di Stagione, ma di aver effettivamente capito e in parte risolto (grazie anche alle modifiche meccaniche introdotte a Montreal) i problemi riscontrati (soprattutto sulla vettura n° 44) a Sochi e a Monaco, riguardanti la “finestra” di utilizzo delle mescole più soffici (Ultra-Soft) portate dalla Pirelli.

Un piccolo aiuto arriverà dal fatto che Pirelli, ha deciso di non utilizzare, per questo appuntamento Azero, gli pneumatici a mescola Ultra-soft, proprio quelli che sulla Mercedes W08 darebbero, in determinate condizioni, i problemi più evidenti.

Il punto interrogativo dell’intero week end sarà, la Mercedes vista a Montreal si confermerà anche in Azerbaijan, rappresentando un serio problema per la Ferrari SF70H, oppure si materializzeranno anche a Baku i problemi riscontrati su altri tracciati ?!!!

Week end importante per Lewis soprattutto, perché è sulla sua vettura che si sono evidenziati maggiormente i problemi di utilizzo gomme, forse derivanti anche dal suo stile di guida.

Pilota “condannato”, sempre e comunque a vincere e convincere Lewis, capace di cadute clamorose e inspiegabili (vedasi Sochi e Monaco o Baku 2016) e di picchi altissimi pari alla sua classe cristallina (vedasi Montreal due settimane fa).

Quale migliore banco di prova allora che Baku, vera prova del nove, su un circuito in cui non ha ancora mai vinto e dove bisognerà  esorcizzare un ricordo negativo, quello delle qualifiche di Sabato 18 Giugno 2016, quando alla curva 15 del cittadino Azero, lasciò molto probabilmente una fetta di mondiale al compagno Nico Rosberg, finendo con la sua Mercedes W07 contro le barriere.

Un ricordo indelebile che non dovrà condizionare ne Lewis ne la Mercedes, perché nella “battaglia” contro la Ferrari non sarà permesso prendersi pause, bisognerà sempre e comunque essere regolari, evitare le battute a vuoto, non concedere il minimo vantaggio, anche psicologico, ai rivali, in una lotta a due, durissima, incertissima, tiratissima al millesimo.

 

Il pensiero ritorna ricorrente, cosa aspettarsi dalla Mercedes e da Hamilton soprattutto per Baku ?!!!

In un Mondiale 2017 dove non c’è nulla di scontato, mai un copione già scritto e dopo soprattutto il G.P. del Canada in cui, una Mercedes data per persa, smarrita, in crisi d’identità, ha dato un vero uppercut alla rivale Ferrari, con la doppietta Hamilton-Bottas.

Vedremo una Mercedes forte, sicura e imbattibile anche nell’atipico circuito Azero oppure i “fantasmi” di Monaco torneranno a materializzarsi numerosi nel box argentato ?!!!

Insomma sarà vera gloria per Lewis e gli argentati oppure assisteremo alla solita altalena di risultati e di prestazioni ?!!!

Non ci resta che attendere.

                                                                                                                

Davide Cacciotto

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: