In 98 millesimi racchiusi i primi tre, con Vettel e Raikkonen incollati all’inglese. Bottas quarto, super Leclerc nono

Una qualifica bellissima ed emozionante quella andata in scena sul tracciato di Silverstone, dove Lewis Hamilton si è preso la sesta pole nel GP di Gran Bretagna che gli vale il record assoluto di partenze al palo nella gara di casa. Ma dobbiamo ringraziare le due Ferrari se abbiamo potuto assistere ad un Q3 di adrenalina pura.

Alla fine l’ha spuntata il grande Lewis, autore di un colpo di reni nel finale con cui ha firmato il nuovo record della pista in 1’25”892. La Mercedes deve ringraziare l’immenso talento del suo alfiere, dato che oggi è stato lui a fare la differenza più che la W09. Le due SF71-H sono però lì, vicinissime. Vettel è secondo a 44 millesimi, ed è stato l’unico che non è riuscito a migliorarsi nell’ultimo tentativo. La velocità della Ferrari è stata confermata dal terzo tempo di Raikkonen, staccato di soli 98 millesimi ed autore delle migliori prestazioni nel primo e nell’ultimo settore. Hamilton ha invece fatto la differenza in quello centrale, affrontando le Becketts a velocità supersonica. Ben lontano è Bottas, quarto ma staccato di quattro decimi dal compagno di squadra.

Netta la superiorità di Max Verstappen su Daniel Ricciardo in casa Red Bull. L’olandese è quinto, anche se con un ritardo di sette decimi dal poleman. L’australiano è sesto, ma si è preso mezzo secondo da un Verstappen che ultimamente sembra aver decisamente cambiato passo. La Haas si conferma ormai come quarta forza, occupando la quarta fila grazie a Magnussen e Grosjean. Strepitoso Leclerc che porta per la seconda volta l’Alfa Romeo-Sauber nel Q3, ottenendo un nono tempo da leggenda davanti alla Force India di Ocon.

Nella Q2 avevamo assistito alle eliminazioni di Hulkenberg, Perez, Alonso, Gasly ed Ericsson. Al contrario di quanto accaduto nelle ultime gare, qui tutti si sono qualificati per il Q3 con la gomma Soft compresi i top team. Dunque questo significa che scatteranno in gara con quella mescola, per poi effettuare una sosta andando sulla media salvo cambiamenti imprevisti.

Il Q1 aveva visto l’esclusione a sorpresa di Carlos Sainz, che fino ad ora era sempre entrato nella top ten quest’anno, Vandoorne, Sirotkin, Stroll ed Hartley. Il pilota della Toro Rosso-Honda non ha preso parte alla sessione dopo lo schianto delle libere 3, mentre Stroll ha causato anche una bandiera rossa andando in testacoda alla Brooklands e terminando la sua qualifica nella ghiaia.

Domani alle 15:10 scatterà la gara.

Vettel leggermente infortunato al collo

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: