La Formula 1 entusiasma ogni anno gli appassionati di tutto il mondo con diversi Gran Premi, molti dei quali sono noti perché legati a una profonda tradizione. Uno di questi è indubbiamente il Gran Premio, un grande classico che ha luogo a Monza nella prima metà di settembre. Finora sono state disputate una novantina di edizioni di questa corsa, la quinta più antica insieme a quelle di Francia, Stati Uniti, Spagna e Russia, nonché una delle più presenti nella storia di questo sport. Solo in 5 anni, infatti, il Gran Premio di Italia si è svolto altrove, precisamente a Montichiari, a Livorno, a Milano, a Torino e ad Imola.

Il primo Gran Premio d’Italia è datato 4 settembre 1921 e si corse a Montichiari, tra l’altro nel bel mezzo di strade che di solito erano aperte al comune traffico. Dal 1922, però, è in Monza che si identifica la tappa italiana principale della Formula 1. In seguito al tragico incidente di Emilio Materassi, che nel 1928 uscì fuori pista travolgendo 22 persone, Monza non ospitò le gare per un paio di anni. Anche nel 1937 fu cambiata sede.

Dopo la seconda guerra mondiale il Gran Premio riprese regolarmente, ma l’asfalto di Monza era rimasto troppo danneggiato dai conflitti bellici e così la gara si svolse a Milano, per poi spostarsi a Torino prima di tornare finalmente a Monza. Nel 1950 fu istituito il Campionato mondiale di Formula 1 e in più occasioni Monza ha rappresentato anche la tappa finale. Vincere anche solo questo Gran Premio, dunque, è motivo di grande prestigio per i piloti di ogni nazionalità. Tra l’altro, è a settembre che la stagione entra effettivamente nel vivo.

Ad oggi ad aver vinto più volte sul circuito di Monza sono stati il leggendario Michael Schumacher e il suo attuale erede Lewis Hamilton, con ben 5 affermazioni a testa. Anche il brasiliano Nelson Piquet, vincitore di 3 mondiali in carriera, si è distinto su questa pista arrivando primo in 4 occasioni. 3, invece, i successi per Juan Manuel Fangio, Stirling Moss, Ronnie Peterson, Alain Prost, Rubens Barrichello e Sebastian Vettel. Nelle classifiche di costruttori e motori, oltre che in quelle relative alle pole position e ai giri veloci, è stata la Ferrari a imporsi più di tutte, nel corso di una ventina di edizioni. Tra i piloti, ad aver ottenuto più pole position è stato Lewis Hamilton. Il britannico è anche il detentore del maggior numero di giri veloci su questa pista (7).

Hamilton e Schumacher sono saliti ben 8 volte sul podio, ma il primo ha ottenuto molti più punti in carriera. Anche tra podi e punti è la Ferrari a farla da padrona. A maggior ragione sorprende il lento declino al quale sembra costretto il “cavalluccio” negli ultimi anni. Statistiche e curiosità sul Gran Premio d’Italia hanno narrato quasi sempre le grandi gesta di questa scuderia, a Monza vittoriosa in ben 19 occasioni (il team più vincente della storia del circuito). Oggi, però, la Formula 1 è diventata appannaggio di altri team. Molti altri record attendono di essere scritti. Chissà che le future gare di Monza non aiutino proprio la Ferrari a rialzare la testa…

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: