La Formula E vola in Messico per il quarto appuntamento della stagione 2018/19. Sull’Autodromo Hermanos Rodriguez si riaccenderà la sfida tra i top drivers della classe full electric. Tra i protagonisti più attesi dell’evento messicano vi saranno gli alfieri del team Ds Techeetah, Jean-Éric Vergne ed Andre Lotterer. Sabato, a partire dalle ore 19:00, andranno in scena le qualifiche dell’ePrix messicano.

Vergne vs Format qualifiche

Sul sito Autosport, Jean-Éric Vergne ha criticato aspramente il nuovo format delle qualifiche, che lo avrebbe penalizzato nel precedente appuntamento in Cile.

“Non capisco – ha dichiarato Vergne – spendiamo tanto tempo e denaro cercando di essere i migliori e poi veniamo penalizzati dal fatto di finire nel primo gruppo durante le qualifiche, specialmente su una pista come quella in cui l’evoluzione è stata massiccia”.

Le critiche al format delle qualifiche sono figlie del cattivo risultato di Vergne in Cile, dove il campione del mondo francese è stato sorteggiato nel primo gruppo di piloti a scendere in pista per la pole. Vergne non è riuscito poi a recuperare in gara ed è stato costretto al ritiro. Il pilota della Ds Techeetah è stato penalizzato, insieme a tutti gli altri piloti del gruppo 1, dalla cattiva aderenza dell’asfalto cileno che è andato a migliorare con il passare dei minuti, favorendo i piloti inseriti nei gruppi successivi.

Le qualifiche sono sempre state un problema in Formula E – ha annunciato l’ex pilota della Toro Rosso – quando ero in F1 nessuno si è mai lamentato delle qualifiche, quindi non penso che possano mantenere questa situazione a lungo”.

Le qualifiche cilene rappresenteranno l’eccezione?

Il tracciato cittadino di Santiago del Cile, a causa delle alte temperature, rimarrà probabilmente un caso isolato ma ha fatto scattare un campanello d’allarme. I tracciati cittadini, per le scarse dimensioni, non agevolano le manovre di sorpasso. Le dimensioni e le prestazioni delle nuove monoposto rendono sempre più complesso un corpo a corpo ed una rimonta dal fondo dello schieramento. In caso di boost supplementare di potenza, Attack Mode o FanBoost, non è scontato il sorpasso pur beneficiando di qualche cavallo extra rispetto all’avversario. Per questo motivo, le qualifiche sono diventate fondamentali per il conseguimento di un buon risultato finale.

Ci sono grandi produttori che spendono molti soldi e poi si rovinano il weekend finendo nel primo gruppo – ha chiosato Vergne – posso capire che alla gente piace la lotteria, ma quando spendi così tanto denaro il nostro sport non dovrebbe essere una lotteria”.

Ds Techeetah all’attacco in Messico

Mark Preston, team principal Ds Techeetah, ha dichiarato: “L’ePrix non ci ha mai fatto portare a casa risultati entusiasmanti nel passato e quest’anno vorremmo ribaltare la sorte. Dopo l’ultima gara, il cui risultato non è stato dei migliori, abbiamo cominciato da capo e speriamo che i nuovi piani vadano nel verso giusto. Anche se il nostro obiettivo è sempre guadagnare più punti possibili e tornare in cima alla classifica, per ora abbiamo tutto sotto controllo”.

André Lotterer punta ad ottenere un buon piazzamento dopo le ultime uscite sotto tono. Il tedesco ha affermato: “Non vedo l’ora di correre in Messico e ottenere dei buoni risultati, la squadra se lo merita dopo le ultime opportunità mancate. Abbiamo lavorato a lungo per migliorare il nostro pacchetto e speriamo vada tutto per il meglio. Gareggiare qui è sempre speciale, i tifosi sono appassionatissimi e li sentiamo tifare dalla sezione dello stadio quando noi siamo solo sulla griglia di partenza.”

Il pensiero di Jerome D’Ambrosio

Il pilota della Mahindra Racing ha un pensiero diverso e ritiene che lo spettacolo sia la priorità nella serie elettrica. “Per noi è importante produrre un grande spettacolo – ha dichiarato D’Ambrosio – non è la cosa più giusta, ma allo stesso tempo produce uno show incredibile. Quindi, se parlo come Jerome, penso che sia ingiusto, ma se parlo come un fan della Formula E credo che questo sistema renda le cose abbastanza eccitanti”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: