Quando il regolamento di Formula 1 2022 venne reso noto al grande pubblico, furono in molti a storcere il naso per l’estrema rigidità dello stesso, temendo che i disegni delle varie vetture potessero convergere verso un unico modello standard, trasformando la Formula 1 in una categoria con monoposto omologhe in stile Indycar.
Fortunatamente, questa è un’eventualità che è stata immediatamente scongiurata alla presentazione delle nuove monoposto, da subito contraddistintesi per la grande diversità di design l’una dall’altra.
Un grande sospiro di sollievo tirato, dunque, da tutti gli appassionati, ma anche dagli addetti ai lavori:

il Team Principal della Red Bull, Christian Horner, ha mostrato grande interesse verso il design delle nuove vetture di Formula 1 2022 , definendosi addirittura affascinato dalla varietà di idee presentate dalle diverse scuderie.


“È sempre interessante vedere le auto per la prima volta, in particolare dopo un così grande cambio regolamentare”, queste le parole che il britannico ha rilasciato al sito ufficiale della Formula 1.
“E in regolamenti piuttosto prescrittivi, avere una tale diversità è affascinante, così come vedere come le diverse squadre interpretano queste regole”
“Naturalmente ci sarà una convergenza per un periodo di tempo, ma ci sono sicuramente molte idee diverse tra i team e sarà affascinante vedere come evolverà lo sviluppo, perché sono sicuro che man mano che la stagione andrà avanti, le auto sembreranno molto diverse da quelle iniziali”
Così come Horner, anche il boss della Mercedes, Toto Wolff, è stato interpellato sui concetti tecnici del 2022: “Il nostro percorso di sviluppo è stato scelto molto prima, probabilmente all’inizio o intorno alla metà dello scorso anno. Ognuno stava continuando a sviluppare la propria macchina e cambiare obiettivo.”

Wolff Formula 1


“Naturalmente, dal punto di vista dei tifosi, tra i quali mi ci metto anche io, guardare ai concetti degli altri e vedere con cosa se ne escono i team è affascinante, così come l’interpretazione dei regolamenti. Anche questo è la F1 ”.
Per ultimo, il Team Principal della McLaren, Andreas Seidl, ha riflettuto su quello che i team avversari hanno portato in pista ai test di Barcellona, pur consapevole della competitività della propria vettura, la MCL36.
“Ovviamente con un cambio regolamentare così grande, c’è un interesse enorme all’interno della squadra e del settore aereodinamico per vedere cos’hanno fatto gli altri team in termini di interpretazione di questi nuovi regolamenti, per vedere se, andando avanti, potremo prendere ispirazione da qualcosa.
“Risulta quindi emozionante per tutti [tifosi e stampa, oltre che tecnici], il che è fantastico, ottimo per la F1 e sarà molto interessante vedere come le cose evolveranno ora della prima gara in Bahrain”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: