Terza posizione per il gioiellino Red Bull, Max Verstappen, autore di un’ottima gara, l’unico che ha saputo tenere il ritmo delle due Mercedes.

Se abbiamo la speranza di vedere due scuderia lottare fra di loro, quest’anno, dobbiamo sperare in un Super Max ed una Red Bull che… “mette le ali”. Non in tutte le gare, però, ciò è possibile. Questa è una di quelle purtroppo. Gara in cui sono emersi tutti i deficit della F1 attuale: poca azione in pista e storia del GP già scritta.

Max Verstappen tiene il passo dei primi due, Hamilton e Bottas, ma non riesce mai ad impensierirli rendendo la gara molto monotona. Questo è quello che ha denunciato il pilota olandese, proseguendo con l’analisi della sua gara: “E’ stata una gara noiosa, non ho potuto fare più di quanto ho fatto. Alla fine ho praticamente finito le gomme, negli ultimi giri ho gestito per salvarle. Ho avuto grip con le medie, con le hard faticavo e le Mercedes hanno aumentato la velocità e non sono riuscito a prenderli. E’ stata una gara in solitaria per me“.

 

 

Azione cruciale della sua gara è stata la difesa da un agguerrito Daniel Ricciardo nei primi giri. L’olandese è felice di rivedere il suo compagno di squadra di nuovo in lotta per le posizioni che contano ed aggiunge: “Temevamo una foratura durante il contatto con Daniel ma abbiamo deciso di gestire per portarla a casa. Va bene così. Non so come sia riuscito Daniel a fare il giro veloce, noi non avevamo più gomma.

Continua così il periodo positivo per il giovane alfiere della Red Bull. In classifica piloti rimane secondo davanti a Bottas con un vantaggio di 9 punti, mentre si allontana la prima posizione, accusando uno svantaggio di 47 punti. Qui le classifiche piloti e costruttori aggiornate.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: