Nonostante i continui battibecchi tra i due alfieri, Haas manterrà Schumacher e Mazepin per la prossima stagione del campionato di F1.

I due debuttanti hanno iniziato il loro approccio nella massima serie con la Haas, team che sin dall’anno scorso annunciava di come il 2021 fosse per loro un anno di transizione.
La prossima stagione del campionato di F1 sarà un grande test per i due giovani piloti. Dopo una stagione di apprendistato, il team americano, tenta di trovare spazio a metà classifica, così da garantire un auto competitiva per Schumacher e Mazepin.
Il team di Gene Haas, infatti, ha scelto di fare un lavoro di sviluppo minimo sulla vettura di quest’anno, così da permettersi fondi a sufficienza per affrontare a testa alta il cambio di regolamenti.

gene_haas

Schumacher, questa stagione è stato quasi sempre avanti nei confronti del Russo ma, come abbiamo visto anche nel circuito imolese, il Tedesco pecca ancora di esperienza.
Nonostante ciò, sul suo esiguo palmares, si conta una partecipazione nelle Q2 nel circuito di Francia e un dodicesimo posto ottenuto nella rocambolesca gara d’Ungheria, in cui si ricorda una splendida difesa nei confronti di Max Verstappen.
Mazepin, che come miglior risultato conta un quattordicesimo posto nel gran premio di Baku, non ha mai fatto spiccare il suo talento, ma il suo apporto è fondamentale nel team grazie allo sponsor che ha fatto installare nelle auto.
La stagione, che già non si preannunciava delle migliori, è stato recisa ancora di più dalla spaccatura e dalle divergenze che si sono andate a creare tra i due giovani piloti.

“Sapevamo che volevamo continuità alle guide del 2022 e sono felice di confermare esattamente questo”, ha detto il team principal Gunther Steiner.
“Il 2021 ha dato a entrambi i piloti l’opportunità di fare esperienza in Formula 1 – e come rookie – hanno fatto molto bene quest’anno”.
È stata una stagione difficile con il pacchetto che abbiamo avuto, ma allo stesso tempo entrambi hanno abbracciato la sfida e hanno lavorato a stretto contatto con la squadra per imparare i nostri processi e adattarsi ad un team di Formula 1.”
“Adesso che siamo in ottica 2022, siamo fiduciosi di poter andare avanti come squadra e dare a Mick e Nikita una macchina competitiva per far fare il prossimo passo nelle loro carriere in F1” conclude in Team Principal di Bolzano.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: