Il finlandese della Mercedes conduce anche le libere 2 svolte a Portimao, seguito da Verstappen e Norris. Un contatto tra l’olandese è Stroll alla prima curva causa una sospensione. In fiamme l’AlphaTauri di Gasly.

Valtteri Bottas si è confermato il re del venerdì. Il finlandese è andato a siglare il miglior tempo nelle libere 2 di Portimao con la sua Mercedes, arrivando a chiudere in 1’17”940 con la gomma Soft. In pochi hanno montato questo compound per simulare la qualifica, per cui il gap con la Red Bull targata Honda di Max Verstappen non è così importante. L’olandese ha utilizzato le Medie piazzandosi a poco più di mezzo secondo, gap che ci sta considerando la differenza di mescola.Terza piazza per un ottimo Lando Norris, ma va sottolineato che le due McLaren hanno ottenuto i loro tempi migliori negli ultimi secondi di sessione, con pista molto più gommata rispetto ai concorrenti.

Il quarto tempo è della Ferrari di Charles Leclerc terzo attardato di 898 millesimi dalla W11 di testa. Quinto Carlos Sainz, davanti a Sebastian Vettel, di poco staccato dal compagno di squadra. Entrambi gli alfieri di Maranello hanno girato con gomma gialla. Il settimo tempo è stato ottenuto da un pimpante Pierre Gasly, che in 1’19”178 ha messo in mostra una buona forma della sua AlphaTauri. Se la prestazione c’è stata, non si può dire lo stesso dell’affidabilità. La power unit Honda è esplosa, lasciando la monoposto del francese in fiamme, cosa che ha portato alla prima bandiera rossa di giornata. Poco dopo ne è arrivata un’altra, causata da una collisione alla prima curva tra Verstappen e la Racing Point di Lance Stroll. Lewis Hamilton non è andato oltre l’ottava piazza, avendo dovuto abortire per ben due volte il proprio tentativo con la gomma rossa. Giornata non troppo positiva per la Renault, nona con Esteban Ocon e tredicesima con Daniel Ricciardo, mentre Alexander Albon ha completato la top ten.

Undicesimo un velocissimo George Russell con la Williams, il quale ha rifilato 7 decimi al compagno di squadra Nicholas Latifi, solo quattordicesimo ed alle spalle anche di Sergio Perez. Quindicesimo Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Racing, mentre è ultimo Antonio Giovinazzi. Sedicesimo Kevin Magnussen con la Haas, seguito da Daniil Kvyat e da Romain Grosjean. Alle 12 di domani la terza sessione di libere.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: