La supercar EV croata sarà presentata al Salon Privè e promette numeri sbalorditivi per un’automobile elettrica.

Elettrico si, elettrico no, nel dubbio tanti nuovi produttori si sono catapultati in quest’avventura. Con la diffusione delle auto EV si sono aperti nuovi scenari e nuove opportunità anche per le aziende il cui “core business” era focalizzato su altro, ma hanno accettato questa sfida, tra le tante aziende “nuove” si è fatta notare da qualche tempo la croata Rimac. 

Probabilmente questo nome non dirà niente ai più, ma agli appassionati sarà sicuramente venuto in mente guardando lo show di The grand tour, dove Richard Hammond la distrusse in un brutto incidente, allora la vettura si chiamava Rimac Concept One.

Bene la Rimac dopo qualche anno ci riprova con una vettura ancora più potente! Si chiama C-Two e segna un nuovo standard non solo tra le elettriche, ma anche fra le vetture con motore endotermico. L’auto, infatti, alimentata da 4 motori elettrici ed una batteria da 120 kwh, riesce a sviluppare la bellezza di 1914 cv e 2300 nm di coppia! Raggiunge i 412 km/h e brucia letteralmente lo 0-100 km/h in soli 1,97 secondi!

Tutta questa potenza verrà scaricata a terra attraverso le 4 ruote, come appunto 4 sono i suoi motori, uno per ogni ruota, questo per cercare di “domare” tanta esuberanza, l’obiettivo della Rimac è quello di produrre 150 esemplari della vettura a partire dal 2020. Insomma in meno di 10 anni dalla fondazione della Rimac, quest’azienda ha tutte le intenzioni di imporsi nel panorama mondiale delle migliori vetture elettriche, e a quanto pare ci sta riuscendo alla grande visto che sta sviluppando, inoltre, soluzioni tecnologiche per altri produttori automobilistici, come ad esempio Aston Martin e Porsche, solo per citarne qualcuno.

David Bagley, cofondatore e direttore vendite di Salon Privè, ha dichiarato:

Ciò che Mate Rimac e il suo team hanno raggiunto in un periodo di tempo relativamente breve è semplicemente straordinario. Non contenti di progettare, e costruire le proprie hypercar, sono diventati partner tecnologici e fornitori di alcuni dei marchi più antichi e prestigiosi del mondo! Sopratutto pensando che hanno realizzato questo in un lasso di tempo così breve!

Ritornando alla vettura è totalmente prodotta internamente e con le più recenti tecnologie in uso a livello automobilistico, infatti la monoscocca è totalmente in fibra di carbonio, questo per garantire leggerezza, ma al tempo stesso resistenza in caso di incidente. Ritornando all’azienda il padre della Rimac C-Two, Mate Rimac, ha annunciato:

“Siamo molto felici di tornare al Salon Privè, nel 2012 all’epoca della prima Rimac ovvero la Concept One sembrano passati tanti anni, questa volta mostreremo la nuova generazione ovvero la C-Two che è la più veloce, emozionante e tecnologicamente avanzata vettura che abbiamo mai costruito!”