F1 NEWS TECNICA – 2°APPROFONDIMENTO SOSPENSIONE FERRARI.

aimar_alberto

Scrivo in questo articolo una seconda ipotesi che mi serpeggiava per la mente riguardo alla nuova articolazione della sospensione della Ferrari in vista del 2015.

Come detto mi sembrava che le cose fossero cambiate anche per il fatto che in origine il braccio fosse un elemento a sezione variabile, ovvero con la larghezza e la forma della sezione che cambiava lungo la sua estensione.

Nella parte modificata pareva invece che una sezione costante veniva mantenuta per tutto il tratto della lunghezza mentre l’onere aerodinamico veniva scaricato ad una copertura che veniva avvolta attorno alla componente resistente.

Mi sono quindi chiesto se tale forma, quella vecchia, fosse stata cambiata proprio perché poteva generare deformazioni anomale e squilibrate, che potessero conferire fenomeni di instabilità sull’elemento.

La risposta l’ho ottenuta tramite una rapidissima valutazione, aiutandomi con la tecnologia CAE: computer aided engineering.

sospensione _ferrari_cad1


Inserendo la forma vecchia vediamo come sotto una sforzo di pressione (infatti questi montanti lavorano o in compressione o in flessione, mai in flessione) si genera una distorsione dovuto al fatto che il carico è sottoposto in modo non simmetrico rispetto all’asse del montante stesso.

Nella nuova soluzione, se sotto la copertura aerodinamica si cela una sezione costante come ipotizziamo noi (lasciatemi il beneficio del dubbio dato che non posso proprio andare a smontarlo di persona per guardarci dentro) il carico è perfettamente centrato e la forma non viene distorta nel flessa. Il montante rimane rettilineo anche sotto lo sforzo di compressione.

Questo potrebbe essere una seconda importante ipotesi per cui hanno deciso di migliorare questo particolare.
sospensione _ferrari_cad2
Articolo dell’Ing.  Aimar Alberto SITO:

AIMARALBERTO.WIX.COM/AEROSPACE-WORLD

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: