La Ferrari perde una buona occasione di andare a podio, dopo le disastrose qualifiche e il doppio errore fatto da Alonso ieri e oggi allo start,  che dire poi della gara di Kimi durata solo pochi minuti ?

In questo quadro non proprio roseo i tifosi posso gioire, prima di tutto per lo stato di salute di Kimi, buono dopo un impatto impressionante  nel primo giro di gara e possono lodare Alonso per l’incredibile rimonta culminata poi con un avvincente duello con Vettel  che non si vedeva da  15 anni .

La Ferrari ha confermato i passi avanti visti in Canada in una pista adatta alle Mercedes,  con ogni probabilita’ la Ferrari poteva lottare per il podio in una situazione normale questo è confortante per i Ferraristi, adesso però si attendono degli aggiornamenti che non si sono visti a Silverstone almeno esteriormente per cercare di mantenere questo passo e  lottare almeno per il gradino piu’ basso del podio.

Seguono le interviste dei protagonisti  Ferrari :

Fernando Alonso: “Credo che la gara di oggi abbia regalato molto spettacolo a casa, certamente per noi è stata estremamente movimentata, prima per il ritiro di Kimi, poi per la penalità causata dall’errata posizione di partenza e i due duelli con Button e Vettel. Quando Sebastian è arrivato alle mie spalle stavo salvando benzina, batteria, e avevo un problema sull’ala posteriore, sapevo che prima o poi mi avrebbe superato e credo che entrambe le Red Bull abbiano meritato di finire davanti a noi, perché erano più veloci. Ora dobbiamo analizzare la nostra prestazione e cercare di migliorare per la prossima gara in Germania: se vogliamo riguadagnare terreno nel Campionato Costruttori dobbiamo cercare di tirare fuori il massimo in pista lavorando sulla strategia, sul set up e soprattutto cercare di essere più furbi degli altri per poter approfittare di qualsiasi situazione per guadagnare punti”.

Kimi Raikkonen: “Sfortunatamente la mia gara di oggi si è conclusa al primo giro, nonostante fossi riuscito a far bene in partenza, tanto da ritrovarmi in lotta per l’undicesima posizione. In curva 5 sono uscito di pista e nel tentativo di rientrare devo aver colpito un cordolo. A quel punto ho perso il controllo della vettura e sono finito contro le barriere. E’ un vero peccato perché ieri il mio feeling in pista era migliorato ed ero determinato a fare il massimo per portare a casa qualche punto. Sono davvero molto dispiaciuto per come è andata oggi, ma ora voglio lasciarmi questo episodio alle spalle e concentrarmi solo sulla prossima gara in Germania”.

Marco Mattiacci: “In questo momento la notizia migliore è che Kimi sta bene, anche se l’impatto con le barriere è stato molto forte e per le contusioni riportate ora ha bisogno di riposare per rimettersi in forma per la prossima gara. Dopo il risultato ottenuto in qualifica eravamo consapevoli di trovarci di fronte ad una gara in salita, ma sapevamo anche che il nostro passo poteva permetterci di tentare una rimonta verso la zona punti. In questo Fernando non ha deluso le aspettative, rendendosi protagonista di una serie di sorpassi da manuale, e penso che con qualche problema in meno e senza la penalità della partenza si sarebbe potuto spingere oltre il sesto posto. La sua grande rimonta è l’ennesima dimostrazione di una mentalità estremamente aggressiva, la stessa che dobbiamo mantenere per il resto della stagione”.

Pat Fry: “Prendendo il via dalla sedicesima e diciottesima posizione oggi abbiamo optato per una partenza con mescola Hard per tentare una strategia più aggressiva. L’obiettivo, dopo un primo breve stint, era quello di passare a quella più morbida – e più performante – per il resto della gara. Kimi ha fatto una grande partenza, rimontando diverse posizioni in poche curve, ma purtroppo il suo incidente gli ha impedito di dimostrare di più. Fortunatamente ora sta bene, sembra non aver subito lesioni gravi e questo è ciò che conta di più. Dopo la neutralizzazione abbiamo avuto modo di riflettere con Fernando e abbiamo scelto di montare pneumatici Medium fino a fine gara, con una strategia impostata su una sola sosta. A dispetto delle difficoltà che si è trovato a dover gestire, Fernando ha dato un’ulteriore prova del suo grande talento, sia in attacco che in difesa. In alcuni momenti della gara non è mancata un po’ di frustrazione, comprensibilissima da noi tutti che come squadra vorremmo mettere a disposizione sua e di Kimi una vettura più competitiva e per questo motivo continueremo a dare il massimo.”

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: