Charles Leclerc afferma di aver trovato difficoltà di concentrazione durante il Gran Premio di Abu Dhabi, tra le continue speculazioni sulla futura leadership della Ferrari.

Già a Yas Marina circolavano voci sulla sostituzione del Team Principal Mattia Binotto, con il team costretto a smentire ogni speculazione. Peccato che proprio nella giornata di oggi siano arrivate le dimissioni ufficiali da parte sua.

Leclerc ha ammesso che le voci gli hanno reso difficile concentrarsi sull’assicurarsi il cruciale secondo posto nel Campionato Piloti.

“Entrare in questo fine settimana, è stato molto, molto difficile”, ha detto ai media, incluso RacingNews365.com. “Abbiamo avuto molte pressioni esterne, molte voci intorno al team ed è sempre molto difficile estrarre tutte queste cose e concentrarsi sul lavoro. Ma l’abbiamo fatto alla perfezione, quindi sono molto orgoglioso della squadra”.

La Ferrari ha dovuto affrontare prestazioni poco brillanti durante le stagioni 2020 e 2021, ma ha iniziato il 2022 alla grande dopo aver ottenuto due vittorie nelle prime tre gare.

Mentre la Red Bull ha dimostrato di essere l’auto più dominante per tutta la stagione, Leclerc afferma che il secondo posto “ha significato molto” dopo la delusione dell’anno precedente.

“Penso che come squadra significhi molto, perché considerando quanta fatica abbiamo avuto nel 2020 e nel 2021 per essere finalmente secondi nel Campionato Costruttori è importante. Naturalmente non vogliamo fermarci qui, il secondo posto va bene ma stiamo tutti lottando e lavorando per arrivare primi il prima possibile. Questo è stato un bel passo avanti, ma ovviamente è stato un anno frustrante, per ragioni che conosciamo, e lavoreremo tutti molto duramente durante la pausa invernale per fare il prossimo passo avanti e battere la Red Bull”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: