Il pilota tedesco della Ferrari stampa la 55esima partenza al palo e sigla il nuovo giro record del circuito di Hockenheim, davanti al suo numeroso pubblico. Accanto a lui partirà la Mercedes “superstite” di Valtteri Bottas seguita dall’altra Ferrari numero 7 di Raikkonen.

Raggiungere quota 55 Pole in carriera è sicuramente un risultato incredibile e oggi Sebastian Vettel è riuscito in questo obiettivo, regalando al suo pubblico la decima partenza al palo con i colori della Ferrari e la quinta della stagione.

Pole position odierna che ha un peso enorme, visto che il rivale diretto Lewis Hamilton sarà costretto a partire dalle retrovie a causa di un problema alla sua Mercedes e quindi in vista della gara di domani è un ottimo punto partenza per poter aumentare ulteriormente l’attuale vantaggio di 8 punti in classifica piloti.

Oltre alla fondamentale pole position, Vettel ha sbriciolato il precedente record del circuito che apparteneva a Michael Schumacher dal lontano 2004 (’1:13.306), migliorandolo di oltre 2 secondi (pole odierna in 1:11.212).

Corsa alla pole che si è decisa solamente nell’ultimo minuto del Q3, quando Valtteri Bottas, con la Mercedes superstite, era riuscito a mettersi in pole provvisoria migliorando il precedente best lap di Vettel. Ma con un giro alla “MasterVettel” il tedesco della Ferrari è riuscito ad imporsi proprio nell’ ultimo giro decisivo, regalando una grande soddisfazione al box rosso ma anche ai tanti sostenitori presenti oggi a Hockenheim.

Al termine delle qualifiche, un Vettel “adrenalinico” commenta l’ottima performance della sua “Loria”, che a detta del tedesco migliorava di giro in giro garantendogli sempre un ottimo feeling.

Credo non sia stata una giornata semplice. Stamattina è scesa parecchia pioggia, ma è stato sorprendente quanto la pista si sia asciugata in fretta e quanto la Ferrari sia stata piacevole da pilotare. Sentivo, come succede a volte, di avere tanto potenziale nelle mani, sapevo di potermi giocare qualcosa di importante. Continuavo a migliorare e sapevo che era solo questione di mettere assieme un giro. A volte ci sono riuscito, altre no, ma uscendo dalla Q2 sapevo di poter tirare fuori qualcosa di più sia dalla monoposto che da me stesso. Sono riuscito a farlo e sono molto felice dei giri che ho fatto”

Con il compagno Raikkonen che scatterà dalla terza casella e con Hamilton nelle retrovie, si può dire che il bilancio delle qualifiche in casa Ferrari è più che positivo. Vettel però aveva già dato l’impressione di essere molto fiducioso della SF71H già dopo le libere di ieri ma è rimasto comunque sorpreso che i meccanici, con il lavoro svolto nella nottata, siano riusciti a dagli quel qualcosa in più in termini di performance, che gli ha permesso di artigliare la Pole.

“A un certo punto quando senti l’adrenalina che ti scorre dentro è una bella sensazione. Sono molto contento della monoposto, del lavoro che abbiamo fatto nel corso della notte per cercare di spremere qualcosa di più dalla monoposto. Le sensazioni che dà la monoposto sono di grande velocità su questa pista”.

Una pole è sempre una Pole, ma farla nella tua gara di casa ha sempre un sapore speciale. Così è per Sebastian, che nella “sua” Germania si coccola i tifosi venuti sul circuito tedesco a sostenerlo.

Farlo qui, a pochi minuti da dove vengo e da dove sono cresciuto in questo sport, significa tantissimo. Grazie mille a tutti per il sostegno che mi hanno garantito tutti in questo weekend, vedere tutti questi tifosi con i cappellini rossi e le bandiere tedesche che sventolano in tutta la pista è stato davvero bellissimo e non vedo l’ora che arrivi domani“ ha concluso il 31enne ferrarista.

Giuly Bellani

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: