La Mercedes AMG vince consecutivamente da sette anni, mentre tutte le altre epoche furono più brevi regalando spettacolo.

Sfatiamo un falso mito: nessuno ha mai ammazzato la competizione come la Mercedes AMG. Nessuna provocazione, bravi loro, mentre una succulenta bocciatura se la prende la FIA, che in ogni altra epoca di dominio da parte di altre squadra ha sempre fatto di tutto per tentare di sabotare lo strapotere e riavvicinare la concorrenza.

Ecco gli esempi più lampanti:

1)Vettel in Red Bull, quattro mondiali, ma due vinti all’ultima gara;

2) Schumacher in Ferrari, cinque mondiali di cui due vinti sul filo di lana, mentre la FIA faceva di tutto per sabotarla;

3) Williams Renault con Hill, Prost, Mansell: bandite le sospensioni attive, vinti 4 mondiali in sei stagioni;

4) Mclaren Honda con Senna e Prost: vinti quattro mondiali di fila, dominati i primi due, tiratissimi fino all’ultimo gli altri.

Si leggono continuamente commenti insopportabili, di persone che evidentemente non conoscono neanche un briciolo della storia della Formula 1. Nessuno ha mai fatto quello che sta facendo Mercedes, ma nessuno vuole colpevolizzare il team di Brackley. La figuraccia la sta facendo la FIA, che sembra farsi andar bene questa situazione, in cui lo spettacolo è ormai assente e con il pubblico che si allontana sempre maggiormente dalle gare. La situazione per il 2020 è già segnata ed anche per il 2021, nella speranza che il nuovo regolamento porti una ventata di aria fresca. Altrimenti, la F1 sarà morta, ammesso che non lo sia già a causa dei folli principi tecnici attuali.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: