Sebastian Vettel termina le sue libere odierne con un quarto e un quinto posto. Sessioni un pò tribolate per il tedesco, il quale non è ancora riuscito a trovare il giusto ritmo sul circuito canadese. Giornata più lineare per Raikkonen che si mette a ridosso del leader Verstappen nella simulazione di qualifica.

Un venerdì in chiaroscuro per la Ferrari, visto che nella giornata odierna è sembrata essere la terza forza, dietro a Mercedes e Red Bull. La SF71H è apparsa un pò più nervosa delle rivali e sicuramente nella notte, i meccanici proveranno a fare l’ennesimo miracolo.

Ferrari che oltre al motore endotermico nuovo e aggiornato per Vettel, ha portato diverse novità aerodinamiche provate nelle due sessioni di libere.

Una giornata di libere non molto linare per Vettel, visto che al termine della prima sessione di libere ha “baciato” in modo deciso il muretto dopo curva 4 senza creare, però, grandi conseguenze.

Nella seconda sessione il 4 volte iridato ha dovuto iniziare le sue prove in deciso ritardo, precisamente con 35 minuti di ritardo.

Al termine di questa giornata Sebastian ha messo in cascina solamente 43 tornate, le stesse che il compagno Kimi Raikkonen ha fatto nelle sole prove libere del pomeriggio.

Nella consueta intervista post libere, Vettel è apparso poco soddisfatto delle sue performance odierne, ammettendo come gli mancasse il giusto ritmo con la sua “Loria”.

È stata una giornata un pochino diversa, altalenante, non sono totalmente contento delle sensazioni avute dalla macchina. Alcune cose le abbiamo provate, su altre dobbiamo ancora lavorare. Anche io non sono entrato nel ritmo, mi sono mancati un po’ di giri, ma comunque il programma del weekend l’abbiamo fatto, bene o male“.

La sessione di libere odierne hanno visto mostrare i muscoli la Red Bull con Verstappen e la Mercedes con Hamilton, sopratutto sul passo gara. Vettel non si vuole sbilanciare più di tanto sulla competitività mostrata, ammettendo come lui e la Ferrari possano fare un ulteriore passo avanti nelle performance e preferisce attendere il momento decisivo per dare un giudizio: la qualifica.

Non so, oggi non siamo i favoriti direi. Credo che Kimi sia stato contento sul giro secco, quindi lui sarà uno dei favoriti e io no. Comunque vedremo domani, io non ho ancora visto tanto i tempi degli altri, per cui è difficile ancora interpretare. Abbiamo bisogno di un po’ di tempo per capire il quadro complessivo, ma come ho detto ancora non sono contento della macchina. Se riusciremo a mettere insieme le cose domani, potremo fare un bel salto in avanti e poi speriamo che con il motore, mettendo insieme il tutto, saremo lì domani“.

Capitolo gomme. Dopo questi primi km di libere si è potuto notare come le gomme Hypersoft avessero meno degrado di quanto ci si aspettasse. Potrebbe prospettarsi una gara ad una sosta ma nel corso del weekend le carte possono cambiare facilmente.

Gomma Hypersoft che Vettel non ha molto usato nelle 3 ore di libere a disposizione.

Non ho fatto tanti giri con le Hypersoft, perciò voglio vedere cosa hanno fatto gli altri. Sarà difficile sapere a che punto saremo prima di domenica,dal punto di vista della strategia ci potranno essere delle sorprese, ma intanto facciamo i compiti per cercare di prepararci per domenica“.

Raikkonen: “Ora sono un pò più contento della macchina

Dopo aver concluso al sesto posto la sessione mattutina, nel pomeriggio Kimi Raikkonen ha saputo dare la zampata che lo ha issato a poco più di un decimo dal leader Verstappen.

Il pilota finlandese sembra contento dei progressi  della sua SF71H ma ammette come ci sia ancora qualcosa da sistemare in vista della qualifica.

Non è stata una giornata semplice perché qui è sempre complicato con poco carico, avvallamenti sulla pista e cordoli piuttosto alti. Trovare il feeling è piuttosto difficile perché ci sono delle combinazioni particolari, non tanto carico, non tanta aderenza, bisogna cercare di prendere la chicane nel modo più dritto possibile. Siamo migliorati verso la fine, quindi quantomeno la direzione è stata quella giusta. C’è ancora del lavoro da fare, però sono un po’ più contento“.

Con il tempo ottenuto oggi, il finnico della Ferrari sembra tra i favoriti per la pole position ma egli stesso preferisce rimanere cauto sulle sue possibilità di partire dalla prima piazzola dello schieramento.

Non lo so, ovviamente noi abbiamo cercato di fare il nostro lavoro normale per essere il più pronti possibili, però dobbiamo vedere domani a che punto saremo. Noi daremo del nostro meglio come sempre e poi otterremo il risultato che ci meritiamo“.

Il poco grip generale e il poco carico a cui devono far fronte i piloti, sono le particolarità che caratterizzano il circuito dedicato a Gilles Villeneuve. Kimi ha voluto evidenziare ancora una volta questi aspetti.

Qui è sempre abbastanza scioccante il feeling iniziale, il carico molto basso, ma poi devi cercare di tagliare le chicane e questo non ti fa sentire troppo a tuo agio, perché non c’è il grip e tu saltelli parecchio sulla macchina. Però è una combinazione alla quale ti devi abituare per portare la macchina esattamente al punto che vuoi“.

Di Giuly Bellani

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: