Qualifica partita un po’ a rilento per le due Ferrari al Paul Ricard. Vettel, però, riesce a portare la sua Ferrari in seconda fila a tre decimi dal Poleman. Raikkonen solo sesto.

Qualifica “difficile” quella disputata dalla Ferrari quest’oggi al Paul Ricard. I due alfieri della rossa, nel Q1, hanno avuto qualche difficoltà in più nel tenere a bada una SF71H più “nervosa” del solito.

Problemi che potrebbero essere causa dell’enorme sbalzo termico tra ieri e la giornata di oggi, dove la temperatura dopo la pioggia della mattinata è scesa di oltre 20 gradi. Oltre a questo, la scuderia del Cavallino è solita affinare gli assetti delle proprie vetture nelle FP3, dopo aver ricevuto gli input necessari direttamente dal simulatore di Maranello grazie a Giovinazzi o Kvyat.

Ferrari che nel Q2 ha deciso di usare una strategia più “tradizionale”, usando le gomme Ultrasoft per segnare i propri tempi e che useranno domani in gara per il primo stint. Mercedes e Red Bull hanno invece optato per la scelta della Supersoft e quindi Ferrari domani avrà il vantaggio di avere una mescola che dà più grip allo start.

Nel Q3 il solo Vettel è riuscito a rimanere più vicino alle stellari Mercedes, realizzando un tempo 3 decimi più lento del Poleman di giornata Lewis Hamilton. Vettel, a differenza dei due alfieri della stella a tre punte, non è riuscito a migliorarsi nel secondo tentativo.

Sorte peggiore è accaduta a Kimi Raikkonen, che uscito dai box con largo anticipo rispetto ai rivali ha provato ad anticipare il secondo tentativo. Nei tre giri provati, il finlandese ha commesso degli errori che lo hanno costretto ad abortire i sui tentativi relegandolo solamente al sesto posto finale.

Ferrari un pò in difficoltà ma che spera di potersi riscattare domani in gara, visto il grande passo gara messo in mostra da Vettel ieri pomeriggio. Ferrari quindi partirà con le gomme Ultrasoft e vedremo se questo potrà essere un piccolo vantaggio in partenza.

Vettel:”Nell’ultimo tentativo ho spinto troppo. Confido nel passo gara”

Sebastian Vettel, al termine delle qualifiche disputate al Paul Ricard è  il primo degli inseguitori delle due Frecce d’Argento. Il tedesco è riuscito a contenere il distacco dalle due Mercedes di “soli” 3 decimi e per come era iniziata la qualifica è  un buon traguardo.

Mercedes che sul giro secco si era dimostrata dominante sin dalle prime libere di ieri e che ha confermato anche in qualifica l’ottimo stato di forma e Vettel ne è consapevole.

Il tedesco ha spiegato il perché non sia riuscito a migliorarsi nell’ultimo tentativo in Q3.

Non so se la pole fosse alla mia portata. Sicuramente le Qualifiche sono iniziate un po’ a rilento per noi a causa delle condizioni della pista piuttosto complesse dopo la pioggia, poi siamo migliorato nel corso delle Qualifiche”

“Speravo di poter migliorare ancora un po’ nell’ultimo tentativo ma a inizio giro ho cercato di spingere tanto e forse ho esagerato. Ho forzato un po’ troppo. Poi ho cercato di recuperare ma non ho avuto ottime sensazioni nemmeno a fine giro”.

Poi ha aggiunto: “Mi sono accorto di non essere veloce come il giro precedente e infatti sono risultato più lento. Magari pensavo di poter prendere un decimo, un decimo e mezzo sulle Mercedes, ma entrambe sono migliorate e probabilmente non sarebbero state sufficienti”.

Vettel che quindi domani scatterà dalla terza casella della griglia di partenza con le Ultrasoft, a differenza delle due Mercedes e Red Bull che scatteranno con le gomme rosse. Il 4 volte iridato tedesco confida nel passo gara mostrato ieri nelle libere.

Detto questo ieri abbiamo dimostrato di avere una monoposto competitiva sul passo gara e abbiamo anche una strategia legata alle gomme differente dai nostri avversari. Vedremo quindi cosa riusciremo a fare in gara”.

In conferenza stampa Sebastian ha elogiato il lavoro svolto da Giovinazzi e Kvyat al simulatore che ha aiutato a migliorare la monoposto tra ieri e oggi.

Raikkonen: “Non sono riuscito a mettere insieme un giro buono”

Kimi Raikkonen domani scatterà dalla sesta casella dello schieramento accanto alla Red Bull di Ricciardo.

Il finlandese, al centro dei rumore di mercato, nel Q3 ha commesso una serie di errori che non gli hanno permesso di migliorare il tempo realizzato nel primo tentativo.

Un deluso Kimi commenta così la sua qualifica.

“Non ho trovato troppo traffico nei miei ultimi tentativi, semplicemente non sono nemmeno riuscito a mettere assieme un giro buono in tutta la Q3. Il primo non era male, ma ho fatto un errore nella curva veloce a destra. Forse in quel punto era un po’ umido a causa della pioggia, ma alla fine è andata così”.

“In realtà non siamo andati male. Non sono solo riuscito a mettere assieme un giro giusto ed è per questo che non sono riuscito a ottenere un giro discreto”.

Così come il compagno di squadra Sebastian Vettel, anche Raikkonen domani partirà con le gomme Ultrasoft, le quali garantiscono più grip in partenza. Mercedes e Red Bull invece useranno le Supersoft ma la strategia differente di questi due team non sembra preoccupare Kimi.

“Anche in altre gare abbiamo visto partire i nostri avversari con gomme differenti alle nostre ma non abbiamo visto cambiamenti clamorosi nel corso della gara. Potremmo andare un po’ meglio, ma dovremo aspettare domani per vedere come andremo”.

Giuly Bellani

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: