Sul tracciato in riva al Mar Nero la Mercedes ha dominato le precedenti quattro edizioni. Una pole per la Ferrari che non può sbagliare più nulla

Archiviata la trasferta di Singapore il circus iridato è pronto per tornare in pista. Il prossimo appuntamento è in programma per questo fine settimana, quando si correrà il GP di Russia sulla pista di Sochi. Questa gara è in programma dal 2014 e così come era accaduto nelle prime due edizioni, si torna a correre sul Mar Nero a fine stagione. Nel 2016 e 2017 invece, si era disputata come quarto appuntamento stagionale.

Hamilton e la Mercedes arrivano a Sochi come i padroni del mondiale, grazie ai 40 punti di vantaggio nei confronti di Vettel sui quali può contare l’inglese ed il +37 della freccia d’argento sulla Ferrari nel costruttori. I domini di Lewis di Monza e Singapore hanno praticamente messo in ghiaccio il quinto titolo iridato per l’inglese, ma ancora mancano sei gare ed in questo mondo mai nulla è scontato. Le premesse per il Cavallino non sono certo esaltanti: la SF71-H si è dimostrata per la prima volta ( dopo Barcellona) in netta difficoltà rispetto alla W09 a Singapore, dunque sarà da verificare in Russia se si sia trattata di una battuta d’arresto o adesso la Mercedes è tornata la macchina da battere. Inoltre, Hamilton ha vinto quattro delle ultime cinque gare disputate, portando a casa anche un secondo posto in Belgio dietro Seb confermandosi in un mostruoso stato di forma.

Per il tedesco è invece notta fonda: le ultime uscite ( tranne appunto il dominio di Spa) sono state sportivamente drammatiche. A Singapore non è mai stato in partita a causa di una vettura irriconoscibile, l’errore di Monza lo ha costretto a rimontare e a chiudere al quarto posto. In Ungheria le qualifiche bagnate hanno condizionato la sua gara e prima ancora il gravissimo errore di Hockenheim sotto l’acqua. Superfluo è dire che se perderà questo mondiale la colpa sarà in gran parte sua e della squadra, perchè tralasciando l’ultima gara la vettura si è dimostrata impeccabile nel corso dell’anno.

In Russia bisognerà fare attenzione anche a Valtteri Bottas, da sempre splendido interprete di questa pista sin dai tempi della Williams. Con una partenza pazzesca riusci a scavalcare le due Ferrari al via e a vincere la sua prima gara in F1 soltanto dopo quattro gare con la Mercedes. In questa stagione è ancora alla caccia di una vittoria (contro le 3 dell’anno passato), ma difficilmente la otterrà con Hamilton in pista visti i chiari ordini di squadra. La Ferrari dovrà per forza di cose reagire e fare la parte del leone, altrimenti l’ennesimo mondiale sfumerebbe rendendo anche effimere e noiose le ultime gare. Qui a Sochi ha vinto più di tutti Lewis Hamilton, con due vittorie ed una pole. Rosberg si impose nel 2016 con Bottas che trionfò l’anno scorso. In termini di pole ne ha ottenute un paio il tedesco ed una l’inglese per la Mercedes, mentre una l’ha arpionata anche Vettel con la Ferrari.

Di seguito riportiamo gli orari del GP di Russia:

VENERDÌ 28 SETTEMBRE

ore 10.00-11.30 Prove libere 1

ore 14.00-15.30 Prove libere 2

SABATO 29 SETTEMBRE

ore 11.00-12.00 Prove libere 3

ore 14.00-15.00 Qualifiche

Differita delle qualifiche su TV8 alle ore 19.00

DOMENICA 30 SETTEMBRE

ore 13,10 Gara

Differita della gara su TV8 alle ore 21.00

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: